L’Italia dei giovani sfida la Francia a Parma

14 novembre 2012 10:540 commenti

Ok, è un amichevole, ma che amichevole!!! Sei anni fa alla vigilia della finale mondiale di Berlino 2006, Italia e Francia erano due nazionali pronte a contendersi il tetto del mondo e i tifosi lo ricordano come se fosse ieri.


Oggi a Parma si sfidano due squadre giovani, calatesi da tempo nel rinnovamento del proprio parco-giocatori. Da una parte, in panchina, siede Cesare Prandelli. Dall’altra Didier Deschamps, una (non tanto) vecchia conoscenza del calcio italiano.
La sfida di stasera è un’occasione per sperimentare nuovi tatticismi. In casa Italia Prandelli ha deciso: proverà il modulo a tre punte, coperte da tre centrocampisti. Un 4-3-3 offensivo e degno di aggredire i transalpini.
FORMAZIONI
Sirigu tra i pali, difeso da Barzagli e Chiellini, centrali collaudati, con Maggio e Balzaretti sulle fasce con licenza di spingersi in avanti. La nuova linea mediana è tutto un programma: Montolivo e Marchisio esterni e Verratti a fare il “Pirlo” in mezzo al campo. Per il talentuoso centrocampista del Psg è un test importante.
In attacco, per la prima volta Mario Balotelli ed El Shaarawy giocano dall’inizio, accompagnati da Candreva.
Deschamps vuole vincere con un 4-3-2-1 e dovrebbe schierare il seguente undici:

Lloris; Evra, Sakho,Yanga-Mbiwa, Jallet; Capoue, Cabaye, Matuidi; Ribéry, Menez; Giroud.






Tags:

Lascia una risposta