Lotta salvezza, difficile per il Pescara?

14 novembre 2012 17:340 commentiDi:


Anche quest’anno la lotta per non retrocedere in Serie B è molto avvincente. Certo non siamo ancora al giro di boa, ma molte squadre iniziano già a contare i punti in vista della “mitica” quota dei 40 punti.
Tra le squadre che hanno l’obiettivo della permanenza in Serie A, Atalanta, Catania e Parma sembrano al momento quelle messe meglio. I bergamaschi hanno 18 punti e vengono dall’importante vittoria contro l’Inter. Il Catania ha 16 punti e ha dimostrato di essere una buona squadra. Il Parma è invece a 16 punti è l’organico sembra potere centrare la salvezza senza tante difficoltà. Le tre squadre appaiono quindi indirizzate verso un campionato tranquillo, ma attente a non distrarsi.
Poi ci sono il Cagliari e il Torino, rispettivamente a 15 e a 14 punti, che fino ad ora hanno alternato belle prove a periodi negativi. La salvezza non dovrebbe sfuggire, ma si lotterà fino alla fine.
11 punti per Palermo, Chievo e Pescara. I rosanero vengono da una importante vittoria contro la Sampdoria e sembrano in risalita. Se giocano così dovrebbero uscire presto dalle zone basse della classifica. Per il Chievo la salvezza non è così scontata e potrebbe lottare fino all’ultima giornata. Il Pescara, invece, non ha un organico che possa garantire una salvezza tranquilla. La squadra di Stroppa ha limiti preoccupanti e rimanere in Serie A sarà molto difficile.
Sampdoria, Genoa, Bologna e Siena sono le quattro squadre che occupano i posti più bassi in classifica al momento. I doria sono in crisi con sette sconfitte consecutive, ma si sbloccheranno e hanno i giocatori per potersi salvare, non senza fatica. Per il Genoa c’è da aspettare il mercato di Gennaio, con il presidente Preziosi che ci ha abituati a rivoluzioni. Quest’anno però si rischia.  Il Bologna punta tutto su Diamanti e Gilardino ed ha le su chances. Il Siena sconta l’handicap in classifica e un organico non di primo livello. I toscani, come il Pescara, sono quelli che rischiano di più.






Tags:

Lascia una risposta