Roberto Mancini minaccia un cameramen. Panchina a rischio

7 novembre 2012 19:330 commenti

Gli inglesi da ieri lo chiamano MADcini. Il motivo? Una rissa a fine gara dopo il brutto pareggio in Champions League contro l’Ajax. Il tecnico aggredisce un cameraman che lo infastidiva. Il Manchester City lo multa e la Uefa lo squalifica. Se l’è cavata con poco? No, perché la sua panchina è il bilico.

I tabloid inglesi non perdono l’occasione per screditarlo. Mancio è stato letteralmente denigrato e deriso da molti tabloid e il futuro non si prospetta roseo.

Piove sul bagnato, perché il City deve dire addio all’Europa, ancora una volta senza superare gli ottavi. Mancini passa per pazzo scatenato in virtù della reazione furibonda nei confronti dell’arbitro danese Peter Rasmussen. Quest’ultimo non ha comunque la coscienza a posto: prima annulla un gol ad Aguero per un fuorigioco inesistente di Kolarov, poi nega un rigore a Balotelli placcato in aria. Ma il Daily Mail non vuole sentire ragioni. Mancini viene colto in flagrante mentre discute a muso duro con il direttore di gara danese. Immagini eloquenti, che fanno male.

A fine partita l’ex giocatore di Samp e Lazio dirà:

“Lui e gli assistenti sono stati davvero scarsi e alla fine gli ho solo detto che quello di Aguero era gol e gli ho fatto le congratulazioni, mentre il fallo su Balotelli non l’ho visto, ma i giocatori dicono che era rigore netto”.

Non contento, sempre a fine gara, il Coach del City mima il gesto di “tagliare la gola” a un cameramen che lo infastidiva:

“Mi seguiva dappertutto, voleva fare un film su di me, ma non è vero che gli ho detto che era finito, ma che era finita, riferito alla partita”.

Sarà vero? Chi ha ragione? Certo è che le grane per Mancini, dopo il deludente avvio di stagione, aumentano. Ora la palla passa ai vertici societari. Chi lo sa, magari vogliono perdonarlo e consolarlo con De Rossi…

 

Tags:

Lascia una risposta