Serie A, Top e Flop dell’11ª giornata

6 novembre 2012 14:170 commentiDi:

Top

Terzo posto. Montella

Nel gradino più basso del podio c’è l’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella. L’aeroplanino non vola più personalmente, ma fa volare la sua Fiorentina al quarto posto in classifica. Montella si conferma dopo l’anno trascorso a Catania e mostra di saperci fare come allenatore. Grandi capacità di gestire il gruppo e squadra che esprime un gioco spumeggiante, come nel 4-1 di Domenica al Cagliari. Chissà se a Roma lo rimpiangono.

Secondo posto. Stramaccioni

La sua “spensieratezza” tattica è invidiabile. I paragoni con Mourinho si sprecano e cominciano a basarsi anche su quanto visto in campo, e non solo su aspetti fisici. Anche lui sa fare gruppo e motivare i suoi giocatori. Con la vittoria di Torino contro la Juventus sembra consacrato e ormai sugli scudi.

Primo posto. Inter


L’1-3 di Torino contro la Juventus rilancia l’Inter verso lo scudetto. La squadra, soprattutto in avanti, è una sinfonia. Milito fa il fenomeno, Palacio è ora decisivo e poi Cassano sempre prezioso. Dietro, capitan Zanetti e alcuni giovani interessanti. E in mezzo Cambiasso è di nuovo un colosso, mentre i vari Mudingay e Guarin stanno diventando dei punti di riferimento.

Flop

Terzo posto. Napoli

Occasione persa per il Napoli che contro il Torino ottiene solo un pari in casa. Bene cavani, al rientro con gol, ma non si possono fare errori difensivi come quelli che sono costati due importanti punti.

Secondo posto. Lazio

A Catania la Lazio è crollata. Squadra stanca, lenta e senza tante idee. Un 4-0 che pesa e ridimensiona le ambizione da terzo posto della squadra di Petkovic.

Primo posto. Juventus

Il flop della settimana e della Juventus. Dopo 49 partite senza sconfitte, arriva una battuta d’arresto contro l’Inter che fa male. Prima sconfitta allo Juventus Stadium, ancora unell’ gol in fuorigioco e, soprattutto, la dimostrazione di forza dell’Inter. Il campionato è ancora lungo, ma la Juventus è tornata sulla terra.






Tags:

Lascia una risposta