Serie A, Top e Flop della 12esima giornata

13 novembre 2012 10:440 commentiDi:

anticipo 24esima giornata

Ecco il podio di oggi.


Top
Terzo posto. Lazio e Fiorentina
Gli uomini di Petkovic vincono il derby mostrando più solidità e sfruttando gli errori, in alcuni casi incredibili, della Roma. Concentrazione, voglia e motivazione ci sono stati. Quindi tifosi contenti e risultato importante.
La squadra di Montella stupisce sempre di più imponendosi come una “grande” a San Siro contro il Milan. Certo, i rossoneri danno una mano alla Fiorentina con giocate difensive sballate nel primo tempo. I risultati della Fiorentina sono però da squadra che corre per un posto Champion’s.
Secondo posto. Quagliarella
Tre gol al Pescara e sei gol totali in campionato. Se fosse più continuo, verrebbe da dire, sarebbe tra i grandi sempre e non solo ogni tanto. Le rovesciate le ha sempre fatte. È un giocatore spettacolare, sembra in palla e merita di essere titolare.
Primo posto. Juventus
Posto più alto del podio per la Juventus. I bianconeri avevano lasciato qualche dubbio dopo la sconfitta interna contro l’Inter. Dubbi però fugati. Questa Juventus è una corazzata. Vincere a Pescara non era difficile, ma vincere così come hanno fatto i bianconeri è una prova di forza che la classifica sempre come favorita per lo scudetto.
Flop
Terzo posto. Inter
Scivolone a Bergamo e difesa deludente. L’Inter rischia di bruciare quanto di buono fatto foino ad ora con sconfitte come questa su campi delle cosiddette “provinciali”. L’Atalanta non è l’ultima squadra d’Italia, ma puntare allo scudetto significa andare a Bergamo e tornare con 3 punti in saccoccia.
Secondo posto. Milan
I rossoneri tornano in crisi, o forse non ne erano mai usciti. Sconfitta casalinga contro la Fiorentina, più solida, più squadra. Qualche imbarazzante defiances in difesa e poca concretezza in avanti. El Shaarawy non si accende, e non si può accendere sempre, mentre Pato non è ancora lui. Sbaglia pure un rigore e anche il morale ne risentirà.
Primo posto. De Rossi
Che i romani, e romanisti, sentano il derby in maniera diversa da argentini, brasiliani o olandesi si può capire. Ma che un giocatore come Daniele De Rossi, esperto e maturo, si faccia espellere in questo modo proprio no. Ha lasciato la sua squadra in 10 in un momento topico del match. C’era tutta la Roma giallorossa che guardava e sperava. Bisognava trattenersi. È lui il Flop della settimana. il giocatore si è scusato con Mauri, e questo è un buon segno. Siamo sicuri che si riprenderà.






Tags:

Lascia una risposta