Uomo in acqua durante la classica regata Oxford-Cambridge

8 aprile 2012 17:240 commenti

Si è tenuta ieri pomeriggio la tradizionale regata Varsity Boat Race, giunta alla sua 158esima edizione, in cui si sfidano gli equipaggi delle università di Oxford e di Cambridge. Ma qualcosa ha reso indimenticabile l’edizione 2012 che l’Università di Cambridge ha vittoriosamente conquistato. Dopo solo otto minuti di gara, all’improvviso un uomo si è gettato nelle acque del Tamigi, dove si stava svolgendo la regata costringendo i due equipaggi a uno stop forzato. L’uomo che si è gettato in acqua indossava una muta e ciò ha fatto presupporre che il suo gesto sia stato del tutto premeditato per poter affrontare al meglio, e per un periodo di tempo ragionevolmente lungo, le gelide acque del Tamigi.

Dopo che è stato notato l’uomo in acqua, i due equipaggi si sono fermati e la corsa è stata interrotta per circa 30 minuti. Il disturbatore, successivamente recuperato, è stato arrestato e allontanato dalle autorità. La gara è stata ripresa con una seconda partenza dal ponte di Chiswick, poi l’incidente fatale: Oxford (il tedesco Hanno Wienhausen), a seguito di un contatto con Cambridge, ha rotto improvvisamente un remo e praticamente la gara è stata decisa in quel preciso istante.

In seguito all’incidente il tecnico di Oxford ha chiesto che la gara fosse ritenuta nulla, ma l’equipaggio è stato ugualmente punito per il suo comportamento: il monito del giudice, di non avvicinarsi troppo agli avversari, era stato chiaro. Brutta giornata per Oxford anche perché al termine della gara, l’atleta Alex Wood ha anche avuto un collasso a causa dell’intenso sforzo. Nonostante i primi sforzi dei compagni di rianimarlo non ha ripreso conoscenza e, una volta portato via in barella, si è ripreso. Con l’edizione 2012, Cambridge conquista la sua 81esima vittoria (contro le 76 di Oxford) nella prestigiosa e classica regata.

Tags:

Lascia una risposta