Tag: 4 anni

4 anni

Bambino cieco abbandonato sul ciglio della strada

In Cina vi sono ancora molti pregiudizi a proposito della disabilità e di alcune malattie genetiche. Un bambino malato è concepito come un futuro uomo improduttivo e lo stesso è per l’altro sesso, molto spesso, dunque, si assiste a episodi di violenza ingiustificabile. L’altra notte a Porto San Giorgio è stato ritrovato sulla statale adriatica un bambino cinese cieco, abbandonato sul ciglio della strada. Il piccolo, di circa di 4 anni, si trovava da solo al buio ed era smarrito e tremante. Un uomo passandogli accanto si è accorto dell’indifesa creatura a causa dei suoi lamenti.
Al ritrovamento il piccolo, visibilmente scosso, aveva un aspetto ben curato: vestiti puliti e stirati, capelli ordinati, unghie pulite e in mano aveva un ovetto di cioccolato. L’uomo, Ivan Palazzon lo ha subito portato in ospedale. Là i medici hanno dedotto la sua età, 4 anni. Il piccolo ha un occhio di vetro e si è cercato di capire se sia stato impiantato in Italia oppure no. Inoltre sono scattate le ricerche dei genitori e di chi possa aver abbandonato il minore.

La bimba con lo stesso Q .I di Einstein

Sembra incredibile ma è assolutamente vero. Quante persone credono sia impossibile eguagliare intelligenze quali quella di inarrivabili geni come Albert Einstein e Stephen Hawing? Ebbene una bambina di soli 4 anni presenta un quoziente di intelligenza pari a un punto in meno a quello dei grandi geni appena citati. Heidi Hankins, questo è il nome del piccolo genietto, è una bimba inglese di 4 anni che ha sempre mostrato una spiccata intelligenza. A confronto con suoi coetanei, Heidi era molto più avanti in tutte le attività che venivano svolte nella scuola materna. All’età di due anni già contava fino a 40 ed era capace di leggere, a tre anni sapeva aggiungere e sottrarre e usare parole complesse nelle conversazioni. La maggior parte di queste attività che si sviluppano intorno ai sei o sette anni si sono sviluppate precocemente in Heide.
Così la bambina è stata sottoposta a dei testi d’intelligenza in seguito ai quali è risultato che il suo quoziente intellettivo è pari a 159, rispetto ai 160 di Einstein. Ora, i genitori hanno deciso di iscriverla al Mensa, l’associazione che coltiva giovani geni.