Agricoltura & hi-tech: un binomio vincente

6 novembre 2012 00:150 commenti

Ormai è un dato di fatto. In Lombardia le tecnologie sono sempre più in uso presso il lavoro svolto dall’imprenditoria agricola. Qualcuno storcerà il naso ma le prime ad usare la tecnologia con grandi risultati sono le donne. L’80% delle quote agricole rosa utilizza infatti il pc regolarmente durante le attività lavorative di ogni giorno. Di queste il 30% ha uno smartphone ed il 5% sta muovendo i primi passi con il tablet.


Le statistiche sono fornite da Coldiretti Lombardia, dopo aver effettuato un accurato monitoraggio in occasione del forum internazionale “Women&Technologies 2008-2015” (in programma domani a Milano).Durante il Forum verrà anche assegnato il premio “Le Tecnovisionarie 2012” alle donne che si sono particolarmente distinte nella ricerca e nell’innovazione nel settore alimentare.

A spiegare gli sviluppi di questa passione delle donne per l’elettronica è Pina Alagia, presidente delle imprenditrici agricole lombarde della Coldiretti:

“La diffusione massiccia delle tecnologie informatiche nelle aziende agricole e’ iniziata una decina di anni fa e ha cambiato il nostro lavoro ma soprattutto la nostra gestione del tempo. Oggi con un semplice smartphone è possibile seguire in tempo reale gli ordini dei clienti, essere in contatto con la famiglia e tenersi aggiornate. La tecnologia permette di potenziare quel tratto culturale tipicamente femminile di saper organizzare piu’ cose contemporaneamente”.






Tags:

Lascia una risposta