Astronauta della Nasa entra nella capsula Dragon

26 maggio 2012 17:230 commenti

Per la prima volta nella storia un veicolo spaziale privato è stato agganciato alla Stazione Spaziale Internazionale (Iss). Il primato spetta alla La capsula Dragon dell’azienda californiana Space X (Space Exploration Technologies) che si è agganciata al modulo Harmony nel momento in cui la Stazione Spaziale sorvolava l’Australia.

Si è trattato di un vero e proprio evento storico per la Space X: la capsula Dragon è stata lanciata il 22 maggio da Cape Canaveral portando sulla Iss un carico di rifornimenti, operazione effettuata in collaborazione fra la Nasa e la Space X. Una volta arrivata a 20 metri al punto di attracco, la Dragon ha dovuto dimostrare di avere le necessarie capacità di muoversi: a quel punto è stata ‘catturata’ dal braccio robotico della Stazione Spaziale.

In questo primo volo dimostrativo ha trasportato 460 chilogrammi di rifornimenti per la stazione orbitale e prima di tornare sulla Terra imbarcherà 620 chilogrammi di materiali e spazzatura. Per la prima volta un astronauta della Nasa, Don Pettit, è entrato all’interno della capsula, il primo veicolo spaziale ad essere costruito da un’azienda privata.

La Dragon tra l’altro è riutilizzabile e può tornare sulla Iss, ha la forma di un tronco di cono altro 3 metri con il diametro di 3,5 metri e ora la sua prossima sfida sarà quella di dimostrare di poter trasportare sulla stazione orbitale anche equipaggi umani. Entusiasta della novità anche l’amministratore capo della Nasa, Charles Bolden, che commentato positivamente le potenzialità delle società private nell’ambito delle opportunità commerciali nello spazio.

Tags:

Lascia una risposta