Computer Apple contagiati dal virus Flashback

8 aprile 2012 17:080 commenti

Per i fanatici Apple, la notizia sembra incredibile, ma al tempo stesso terribile. Si chiama Flashback ed è il primo virus seriamente minaccioso in grado di colpire i computer della Apple, generalmente protetti dai virus che affliggono i tradizionali pc.

Senza dubbio si tratta della maggiore infezione ai danni della Apple che si sia registrata negli ultimi dieci anni. E potrebbe avere conseguenze ancor più gravi rispetto a quelle finora riscontrate: al momento sono almeno 600.000 i Mac colpiti, ma il numero potrebbe aumentare vertiginosamente.


L’allerta è scattata in seguito all’allarme della società Dr. Web, specializzata in antivirus: i Mac colpiti sono stati involontariamente entrati a far parte di una ‘botnet’, vale a dire una rete di computer cosiddetti “zombie”. Che cos’è esattamente Flashback è quello che viene definito un trojan horse, un cavallo di Troia, praticamente un malware che arriva a catturare password e altri dati personali. In pratica i criminali informatici prendono, a distanza, il controllo completo del computer potendo commettere, all’insaputa del proprietario, il controllo del computer.

IL NUOVO IPAD APPLE

Flashback è comparso alcuni mesi per la prima volta, lo scorso settembre, come un falso componente ‘plug-in’ di Flash (tra l’altro che non viene inserito nelle macchine Apple da oltre un anno). Il consiglio da parte di Apple è di effettuare al più presto l’aggiornamento automatico del software per evitare che il virus si autoinstalli.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta