Home / Tecnologia / Disoccupazione in aumento entro il 2020? Tutta colpa di robot e intelligenza artificiale

Disoccupazione in aumento entro il 2020? Tutta colpa di robot e intelligenza artificiale

Se oggi la disoccupazione è in aumento oppure resta stabile a livelli comunque elevati, non preoccupatevi: entro il 2020 potrebbe andare anche peggio. Di chi è la colpa? Dei robot e dell’intelligenza artificiale, nuove tecnologie che sottrarranno posti di lavoro a chi è già impiegato in certi settori, soprattutto quelli che richiedono lavoro in ufficio e mansioni amministrative, ma non solo: anche le ditte di pulizie rischiano di chiudere, considerando che già adesso esistono diversi robot che puliscono la casa in un paio di ore senza il bisogno di avere l’uomo accanto. 

La chiamano “La Quarta Rivoluzione Industriale” e sarebbe già in atto, anche se forse ancora molti di noi non se ne accorgono. Il fatto è che il tema è di ampia portata e sta generando ovunque dibattiti, come ad esempio a Davos, in Svizzera, dove si è discusso proprio sull’applicazione della robotica e dell’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro, arrivando così a modificare, se non a rivoluzionare, mansioni e competenze solitamente richieste ai singoli professionisti specializzati in cerca di lavoro.

Ovviamente alcuni settori saranno più penalizzati di altri, ma secondo alcune stime diffuse dal World Economic Forum, saranno ben 5,1 milioni i posti di lavoro che saranno sottratti da robot e IA entro il 2020. E proprio dal World Economic Forum fanno sapere che l’industria si sta evolvendo e nei prossimi anni saremo testimoni di una trasformazione fondamentale ed estremamente ampia nel mondo del lavoro, prevalentemente in diversi settori.

Tra gli altri settori a rischio, spiccano anche quelli legati all’industria manifatturiera, alla costruzione, alla manutenzione e perfino all’intrattenimento. Sarà l’intero mondo del lavoro a essere stravolto da questa mutazione significativa, con il settore commerciale e finanziario che da questa crisi potrebbe veder nascere un’opportunità e pertanto registrare un incremento nei posti di lavoro, compensando quelli che saranno drasticamente eliminati o completamente rivisti senza l’urgenza di avere personale umano.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *