Ecco chi ha impedito a Megaupload e Megavido di tornare on-line

8 novembre 2012 18:500 commenti

Mancava poco alla riapertura di Megaupload e Megavideo. Tutto sembrava in regola affinché i due motori di streaming e hosting tornassero on-line a un anno di distanza dalla chiusura operata dall’FBI. Kim Dotcom, fondatore dei due siti, aveva annunciato l’arrivo di Megabox, l’evoluzione dei due portali, promettendo che il nuovo servizio avrebbe cambiato per sempre il web.


Kim Dotcom voleva inoltre riportare in vita anche Megaupload. Come? Lanciando il sito www.me.ga. il suffisso “ga” stava per Gabon. Una mossa per restare defilati dai paesi in cui c’è un’aspra lotta alla pirateria. Peccato che, proprio il Ministro delle Comunicazioni del Gabon ha comunicato che non concederà il dominio a Kim Dotcom. Proprio quando tutto sembrava andare per il verso giusto.

Il motivo della rinuncia da parte del governo del Gabon: la totale certezza che il sito me.ga avrebbe stimolato la violazione del copyright da parte degli utenti.

Kim Dotcom ha reagito male alla notizia, dando al colpa al governo americano, reo (secondo il fondatore di Megavideo e Megaupload) di condizionare il Paese africano. Il Gabon soffrirebbe dunque di sudditanza psicologica nei confronti degli Usa, che avrebbe ricattato il piccolo stato.

 






Tags:

Lascia una risposta