Facebook acquista WhatsApp: quali conseguenze per gli utenti?

23 febbraio 2014 10:060 commentiDi:

whatsapp

Con una mossa inaspettata Mark Zuckerberg ha acquistato WhatsApp, la più famosa ed utilizzata applicazione per la messaggistica istantanea. Il costo dell’acquisizione è stato di 16 miliardi di dollari, una cifra enorme, pagata in parte in contanti, circa 4 miliardi, e il restante con azioni di Facebook, il social network che lui stesso ha inventato.

Il fatto ha lasciato perplessi molti utenti, preoccupati per le conseguenze che questa acquisizione avrà sulla loro applicazione preferita, sia nell’immediato che sul lungo termine. Da entrambe le parti hanno assicurato che WhatsApp rimarrà un’applicazione indipendente e che non subirà alcuna modifica per ora, ma questo non dà garanzia che non possa accadere in futuro.

Al momento, quindi, si possono fare solo delle ipotesi, compresa quella che prevede che non cambierà nulla neanche in futuro, che ha la sua ragione di esistere: WhatsApp è un’applicazione che funziona molto bene e che ha sempre riscontrato il consenso degli utenti, quindi anche mantenerla così com’è potrebbe essere una scelta conveniente.

► Whatsapp diventerà a pagamento per tutti: focus

L’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook si fonda principalmente sulla volontà di aumentare il numero di utenti che Zuckerberg può raggiungere e i guadagni che questi possono generare, motivo per cui si configura come molto probabile una prossima introduzione della pubblicità sull’applicazione di messaggistica istantanea, che manterrebbe però l’indipendenza di WhatsApp.

Un secondo scenario possibile è la fusione, magari graduale, di Facebook Messanger e di WhatsApp che servirebbe più che altro a migliorare le prestazioni del primo e poter offrire un servizio unico ma più performante.

Tags:

Lascia una risposta