Facebook migliora le capacità cognitive degli anziani

2 marzo 2013 13:230 commentiDi:

L’uso quotidiano di Facebook migliorerebbe le capacità cognitive degli anziani. Lo ha affermato uno studio americano condotto dall‘Università dell’Arizona, secondo il quale le persone di una certa età che utilizzano il social network più famoso del mondo avrebbero un miglioramento delle capacità cognitive pari al 25%.

Il concetto espresso dallo studio è molto semplice. Grazie all’uso di Facebook, infatti, gli anziani di tutto il mondo riuscirebbero a sentirsi più inseriti nella società e a migliorare la qualità della propria vita.


Lo studio americano è stato presentato al congresso annuale dell’International Neuropsychological Society e riguarda potenzialmente tutte le persone con un’età superiore ai 65 anni. Nel test effettuato dai ricercatori, infatti, l’età dei partecipanti alla ricerca era compresa tra i 68 e i 91 anni e si trattava di persone che non avevano mai fatto uso di un social network.

Il numero totale dei partecipanti allo studio è stato di 42 persone, che sono state invitate a postare con regolarità dei contenuti su Facebook almeno una volta al giorno. Al termine del periodo previsto per la sperimentazione, i ricercatori hanno così potuto rilevare che i nonni tecnologici e connessi erano più attivi a livello cognitivo e si sentivano meno soli dei loro coetanei che non avevano mai fatto uso del social network.






Tags:

Lascia una risposta