Home / Tecnologia / Facebook registra anche i post mai pubblicati

Facebook registra anche i post mai pubblicati

Facebook-Timeline

A poco serve cancellare un post su Facebook dopo averlo scritto, anche se non è mai stato pubblicato. Il social network blu registra tutto, anche quello che non si dice.

A dare questa notizia un nuovo studio chiamato Self-Censorship on Facebook nel quale si dimostra che Facebook tiene traccia di tutte le attività dei suoi utenti.

Lo studio è stato realizzato da Adam Kramer, data scientist di Facebook, e Sauvik Das, dottorando presso la Carnegie Mellon University ed ex stagista presso il quartier generale di Menlo Park. I due hanno analizzato le attività di circa 5 milioni di utenti del social network per diciassette giorni allo scopo di comprendere le motivazioni delle amicizie che non vanno a buon fine.

Però poi, nel documento, si legge che molti utenti, circa il 71% di quelli analizzati, ha scritto post o status che non ha poi pubblicato. E, ancora, che gli uomini tendono a scrivere e cancellare status prima della pubblicazione più delle donne e che l’autocensura scatta più spesso quando tra gli amici ci sono anche colleghi o superiori.

Se da un lato questo studio può aiutare a capire il comportamento degli utenti virtuali e migliorare le loro performance social, allo stesso tempo la memorizzazione dei post mai pubblicata sembra essere un sistema piuttosto invasivo della privacy degli utenti di Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *