Google lancia un database contro la pedopornografia

17 giugno 2013 19:470 commenti

google_vuole_acquistare_il_dominio_lol_1

Google continua la sua lotta alla pedopornografia. Il colosso di Mountain View ha dichiarato che sta per partire un nuovo progetto a difesa dei minori.

Si tratta di un database, che sarà online tra circa un anno, all’interno del quale sarà possibile raccogliere le immagini di abusi sessuali sui minori in modo da bloccarne la diffusione sul web.


La banca dati in questione, annunciata da BigG sul suo blog, verrà condivisa con associazioni e autorità che già sono impegnate a contrastare il fenomeno della pornografia infantile ma anche con gli altri motori di ricerca rivali, e consentirà di sradicare le immagini di abusi sui minori che circolano in Rete. Un fenomeno che ahinoi è in costante crescita come testimoniano i dati del National Center for Missing and Exploited Children’s che nel 2011 ha ricevuto oltre 17, 3 milioni di immagini e video sospetti, un numero quadruplicato rispetto al 2007.

Nello specifico, il database a cui sta lavorando Google è agevolato da una tecnica specifica. Parliamo degli algoritmi “hashing” in grado di trasformare in codici quanto visualizzato nei fotogrammi. Ciò permetterebbe di individuare i materiali sospetti e i “doppioni” che circolano in Rete. Una volta identificato, il contenuto pedopornografico viene bloccato e segnalato alle autorità competenti.

 






Tags:

Lascia una risposta