I primi esemplari di pistola 3D

24 maggio 2013 16:520 commenti

pistola

In ballo c’è una vera e propria rivoluzione, anche se per certi versi sta passando inosservata.

In tanti non hanno ancora percepito il cambiamento portato dalle wikiarmi stampate in 3D, che sarebbero ad un passo dal diventare un fenomeno di massa.

Tutto dipende da Liberator, prima pistola ottenuta con una stampante tridimensionale, costata 8 mila dollari. Il suo successo potrebbe aprire le porte a nuovi esemplari.

Nei giorni scorsi, intanto, è stato presentato un nuovo prototipo costato molto meno: 1.725 dollari.


Da qui a poco le wikiarmi potrebbero diventare sempre meno care con evidenti rischi per la sicurezza globale.

L’ultima pistola 3D funzionante prenderebbe il nome di Lulz Liberator. Per realizzarla sarebbero bastati 1.700 dollari per la stampante, 25 dollari per la plastica e 2 giorni di lavoro. Il problema è che dopo aver sparato senza problemi i primi 8 colpi è stato necessario sostituire la canna.

Generata da una variante applicata ai progetti originali della Liberator realizzata da Cody Wilson della Defense Distributed, Lulz Liberator si configurerebbe come un’ulteriore affermazione del principio che chiunque, volendo, potrebbe confezionare la propria wikiarma. Con tutti gli interrogativi del caso.






Tags:

Lascia una risposta