Il motore di ricerca contro le verità nascoste

9 aprile 2013 12:110 commenti

Nasce la piattaforma Plus D, un nuovo motore di ricerca lanciato ieri e creato da WikiLeaks.

Servirà ai giornalisti per venire a capo delle verità nascoste tra gli intricati documenti della diplomazia americana.

Il motto di Plus D, infatti, è: “In questo catalogo, come nel cuore delle persone, la verità è custodita per sempre”.

A spiegare la modalità di Plus D è il portavoce di WikiLeaks (ente no-profit creato da Julian Assange), Kristinn Hrafnsson. Hrafnsoon ammonisce: “L’inaccessibilità e la complessità di consultazione sono forme di segretezza”.


Per WikiLeaks si tratta di una nuova frontiera. Il motore di ricerca consentirà di cercare e rintracciare tutte le informazioni contenute in più di due milioni di files.

Plus D gioverà in particolar modo ai giornalisti investigativi, i quali avranno modo di condurre le loro indagini con più facilità potendo ricercare le informazioni per parole chiave, mittenti, destinatari, date, uffici di corrispondenza e persino per concetti. Plus D si fonda su un algoritmo che secondo Assange potrebbe competere con quello di Google: “Si tratta di un sistema di cui vado orgoglioso”, ha dichiarato l’australiano durante la conferenza stampa.

 

 






Tags:

Lascia una risposta