Il re dell’antivirus non è più al sicuro

13 novembre 2012 18:200 commenti

Ha il grande merito di aver inventato tecnologie utilizzate in tutto il pianeta per neutralizzare i virus dei pc. Ma ora John McAfee sarebbe ricercato per un vero omicidio.

Secondo Gizmodo, sito tra i più seguiti in fatto di tecnologia, McAfee sarebbe da tempo nel mirino della polizia del Belize a causa della morte di Gregory Faull, ucciso a colpi di arma da fuoco nella cittadina di San Pedro Town, nell’isola di Ambergris. Ambergris è un vero e proprio paradiso tropicale. Lo stesso all’interno del quale McAfee si sarebbe trasferito dopo avere venduto per sette miliardi di dollari la sua azienda, leader della protezione informatica nel settore dei personal computer. Lo slogan di marketing utilizzato dal genio degli Antivirus era: «La sicurezza è un privilegio, non un diritto». Ora però è lui a non essere al sicuro.

Omicidio: Gizmodo ricostruisce così l’omicidio che sarebbe avvenuto lo scorso sabato di notte:


“I due avrebbero avuto dissapori negli ultimi tempi, con l’ultima disputa relativa a dei cani. Faull era un costruttore venuto dalla California benvoluto dalla popolazione locale. McAfee invece passerebbe le sue giornate a San Pedro sperimentando su se stesso sostanze stupefacenti ricavate dai comuni sali da bagno: psicotici dall’alto contenuto afrodisiaco che negli Usa sono illegali, non però nel Belize. Nel comunicato ufficiale della polizia non si parla esplicitamente del genio informatico ma il San Pedro Sun, un giornale del posto, conferma che le autorità lo cercano per interrogarlo. Quando però si sono recati a casa sua non ne hanno trovato traccia”.

Prosegue Gizmodo:

“Tra McAfee e Faull non correva buon sangue. Il costruttore, aveva denunciato i comportamenti «incivili» di McAfee, che avrebbe ripetutamente esploso colpi di arma da fuoco negli ultimi giorni. A trovare il cadavere, in «una pozza di sangue» al secondo piano della casa dove l’uomo viveva da solo, sarebbe stata la governante Luara Tun: vicino alla salma il bossolo di un proiettile partito da una Luger 9mm. Le autorità hanno pensato a McAfee per i rapporti burrascosi con Faull e i comportamenti erratici al limite della legalità del programmatore, nei cui riguardi si parla anche di rapporti con i più celebri gangster locali”.






Tags:

Lascia una risposta