Il web racconta la tragedia di Boston

16 aprile 2013 13:300 commenti

Il mondo è sconvolto dalla tragedia occorsa durante la maratona di Boston. Google Maps e Street View sono in questo momento due tipologie di visualizzazione molto utili agli utenti e alla polizia.

Due funzioni che aiutano, in altri termini, ad informarsi sul luogo dell’accaduto, sul luogo in cui sono state posizionate le bombe e sul raggio d’azione colpito dalla loro detonazione.

Street View focalizza un’immagine che riprende il luogo dove è avvenuta la seconda esplosione. E’ possibile vedere chiaramente un bidone della spazzatura dove all’interno del quale probabilmente è stata inserita la bomba.


In altre immagini, mostrate da siti e blog statunitensi, è possibile vedere il paesaggio della Boston Marathon ripreso dagli occhi di Google Maps. In una di queste immagini pare appaia luogo dove potrebbe essere scoppiato il primo ordigno. Sempre in virtù di Google Maps si può anche vedere con precisione il luogo dove le bombe sarebbero state posizionate.

La prima vicino alla linea di arrivo della maratona, la seconda qualche centinaio di metri più indietro poco dopo un Apple Store.

Twitter

Intanto sul popolare social prende corpo l’hashtag #prayforboston, che raccoglie tutti gli interventi degli utenti in merito alla tragedia. Una tragedia che ha scosso nuovamente l’America e il mondo.






Tags:

Lascia una risposta