La SIM Vodafone diventa una carta di credito contactless con tecnologia Nfc

9 aprile 2014 17:050 commentiDi:

vodafone-logo

A partire dal prossimo 29 aprile la SIM del proprio cellulare potrà essere trasformata in una vera e propria carta di credito. Ad offrire questa possibilità da tempo attesa dal mercato è Vodafone, in collaborazione con grandi società del settore finanziario come Mastercard e CartaSì. Lo smartphone che portiamo tutti i giorni in tasca, di conseguenza, diventerà a tutti gli effetti un portafoglio virtuale, che si potrà utilizzare per effettuare pagamenti negli esercizi commerciali. 

Vodafone, quindi, dopo circa due anni di sperimentazione, è il primo grande operatore di telefonia mobile italiano ad introdurre questo tipo di tecnologia, la tecnologia Ncf, oggi in grado di unificare il credito USIM, quello della SIM card, e il portafoglio elettronico della carta di credito contactless. Così come già avviene anche per le carte di credito, infatti, per acquisti fino a 25 euro di spesa, non ci sarà bisogno neanche di digitare il PIN, ma basterà avvicinare il proprio smartphone al lettore.


Nei prossimi mesi, quindi, tutti i clienti interessati potranno acquistare una nuova SIM Vodafone Ncf o sostituire quella che già possiedono, attivando al tempo stesso la carta di credito contactless Smart Pass, che sarà in questo modo virtualizzata attraverso lo smartphone.

Entro l’estate anche altri istituti entreranno a far parte del sistema, tra cui le banche Ubi e Mediolanum. La tecnologia Ncf permette di usare la SIM del telefono come una carta di credito a tutti gli effetti. A gestire le operazioni sarà la Sia, gestore europeo dei pagamenti elettronici che ha realizzato la piattaforma su cui si sono incontrate le esigenze di Vodafone e delle società emittenti le carte.

Ora l’obiettivo di Vodafone è quello di virtualizzare tutte le carte di credito Smart Pass già emesse e  quello di CartaSì di limitare ancora di più l’uso del contante raggiungendo livelli europei anche in Italia.






Tags:

Lascia una risposta