Home / Tecnologia / Lo sbarco su Marte è possibile ma ci sono molti problemi

Lo sbarco su Marte è possibile ma ci sono molti problemi

Lo sbarco su Marte è diventato uno degli obiettivi da raggiungere, passo dopo passo, per le agenzie spaziali del mondo occidentale. La recente scoperta dell’esistenza di acqua sul pianeta rosso, infatti, ha ulteriormente alimentato il sogno di un’impresa di questo tipo tra i malumori di chi afferma che ci sarebbero problemi sulla terra ben più importanti della colonizzazione di Marte. Ma la ricerca non si può fermare certamente e l’obiettivo Marte viene sempre di più ritenuto a portata di mano.

Il pianeta rosso è sempre stato meta di sogni e avventure fantascientifiche, e nel 2016 ci sarà la prima spedizione robotica grazie all’invio della sonda ExoMars, che fino al 2020 esplorerà nel dettaglio il pianeta rosso cercando di comunicare preventivamente se un atterraggio umano su Marte sia possibile e quali siano i veri rischi a cui andare incontro. Insomma, sembra quasi tutto pronto per uno sbarco umano su Marte, ma bisogna far fronte ad alcune difficoltà.

Innanzitutto il tempo: dalla Terra per raggiungere Marte ci vogliono 2 anni circa. Secondo poi le condizioni gravitazionali che di certo differiscono dal nostro satellite e che potrebbero procurare non pochi pericoli a un eventuale sbarco umano sul pianeta. Pertanto la nostra fiducia va tutta alla sonda ExoMars, che proprio questi “problemi” si occuperà di risolvere.

La prima missione umana su Marte comunque è tra le aspettative di tutti e a oggi si parla del 2030 come data dell’evento. Si tratta di una data simbolica, certamente, ma il dato è tratto e non è da escludere che si ripeterà quello a cui si è già assistito durante la conquista della luna.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *