Home / Tecnologia / Maker Faire, Palmyra e le altre vivranno: pronti modelli 3d in scala 1 a 1

Maker Faire, Palmyra e le altre vivranno: pronti modelli 3d in scala 1 a 1

La città siriana di Palmira e tutte le altre zone di interesse archeologico inestimabile che sono state distrutte tra Siria e Iraq dalla furia iconoclasta dei terroristi dell’Isis, potranno presto essere ricostruite utilizzando la tecnologia 3d grazie alla più potente stampante tridimensionale del mondo che è stata presentata durante il Maker Faire di Roma. Il dispositivo, chiamato Big Delta Wasp, dovrà essere chiaramente sviluppato ancora per poter raggiungere questo obiettivo ambizioso ma, quello che conta, è che siano già stati individuati quelli che sono i meccanismo per poter poi garantire uno sviluppo di questo tipo. La Big Delta Wasp è stata presentata nell’ambito del progetto Incontro di Civiltà che vede tra i suoi promotori l’ex sindaco di Roma Francesco Rutelli. E’ stato proprio l’ex politico centrista a parlare di un’idea altamente rivoluzionaria che ha già catturato l’attenzione di importanti autorità,come l’Unesco, che già da tempo hanno lanciato un preciso allarme sul rischio che Palmyra, in mano ai terroristi dell’Isis, possa subire danni irreparabili.

La stampante 3d entrerà in azione nelle prossime settimane con la creazione di beni archeologici presenti in Siria e Iraq in scala 1 a 1. Praticamente a grandezza naturale. L’inventore di questa stampante tridimensionale da record, Massimo Moretti, ha comunque specificato che le opere archeologiche distrutte potranno essere create solo se esiterà una mappatura precisa di quelle esistenti. Si tratta, quindi, di acquisire le immagini scientifiche dettagliate e poi dare forma alla riproduzione. Un risultato ancora più brillante potrà essere ottenuto se saranno recuperati quelli che sono i resti del bene distrutto. Ha dichiarato Moretti, infatti, che la riproduzione sarà ancora più efficace se saranno usate le polveri di quello che resta del bene archeologico che è stato mandato in pezzi dall’Isis. bene su bene, l’evoluzione successiva non può che essere poi la creazione di intere città. L’invenzione della Big Delta Wasp è un pregio tutto italiano.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *