Milionario a 17 anni con un’app geniale

26 marzo 2013 13:460 commenti

Non ha ancora compiuto 18 anni ed è già in prima pagina su New York Times, BBC news, Wired, TechCrounch ed altri grandi testate. Il motivo? Nick D’Aloisio ha venduto a Yahoo! “Summly”, la ‘app’ da lui creata. Un lavoro durato tre anni, che ora raccoglie i suoi frutti.

Pare che Yahoo! abbia sborsato tra i 30 e i 50 milioni di dollari per accaparrarsi “Summly”, rendendo il giovane Nick milionario a soli 17 anni e fornendo lui un importante posto di lavoro. Lavorerà a Londra ed avrà la possibilità di proseguire gli studi.

Cos’è Summly?

Summly è un’app con un anno di vita. Si tratta in breve di un aggregatore di notizie e di informazioni sugli smartphone, sulle cui tracce c’era anche Apple, la quale nello scorso anno l’ha considerata una tra le migliori App per iPhone.


Questa volta però il gigante di Cupertino è stato battuto sul tempo da Yahoo!, che ha elogiato il giovane D’Aloisio:

“Nick è a tutti gli effetti un cambio generazionale per come pensa e per come ritiene il mobile. Questa generazione non privilegia il mobile e solo mobile, e questo significa aver un punto di vista differente”. Parole che arrivano dall’alto, direttamente dal vicepresidente Adam Cahan.

Nick D’Aloisio, ragazzo prodigio, voleva far arrivare con Summly la tecnologia a più persone possibile, cambiando le modalità del contenuto.

Summly è in grado di visualizzare le notizie online, estrapolandole da centinaia di

siti diversi e realizzandone mediante complessi algoritmi un riassunto di circa 400 caratteri. Nick ebbe l’idea mentre studiava per un esame di storia, effettuando lunghe e dispersive ricerche sul web. Quel giorno Nick capì che necessitava di qualcosa in grado di semplificare e riassumere le sue ricerche. Così è nata Summly. Così è cambiata la sua vita.






Tags:

Lascia una risposta