OSX Yosemite parla anche napoletano e siciliano

31 agosto 2014 21:590 commenti

OSX Yosemite sarà disponibile in autunno per tutti ma in questi giorni è stata pubblicata la sesta versione beta per gli sviluppatori con una novità alquanto curiosa: si può avere il sistema tradotto anche in napoletano e siciliano.

sicilianuapple

Interfaccia ridisegnata. Tutto nuovo. Sempre più Mac. Questo è lo slogan che introduce la nuova interfaccia Apple che promette di estendere le funzionalità delle app più usate ma in fin dei conti è una mega trasformazione grafica di un sistema che di per sé non ha niente di cui ci si possa davvero lamentare.

> Panoramica su OSX Yosemite, disponibile in autunno

La traduzione in napoletano e siciliano strizza l’occhio agli utilizzatori italiani e soprattutto meridionali dei prodotti dell’azienda di Cupertino. Ma non è una pura attività di marketing per andare a pescare un pubblico che finora, forse, è stato troppo restio alle proposte Apple.

Tutto nasce dal fatto che l’Unesco, di recente, ha riconosciuto al napoletano e al siciliano lo status di lingua madre ed Apple ha voluto che il particolare riconoscimento non passasse inosservato. Così nel preview accedendo alle preferenze di sistema e poi alla parte relativa alla lingua si possono selezionare anche “sicilianu” e “napulitanu” come lingue di default per il menu e per le finestre di dialogo.

C’è da chiedersi se ci saranno delle applicazioni che si affideranno a queste lingue e se ci sarà bisogno di una effettiva traduzione. Per visualizzare le lingue madre riconosciute dall’Unesco si possono leggere gli aggiornamenti di questa pagina

Tags:

Lascia una risposta