Presentati gli “ultrabook” al CES

11 gennaio 2012 15:140 commenti

Dopo aver parlato di Windows 8 di Microsoft, durante il Ces di Las Vegas è stata presentata ufficialmente la terza rivoluzione informatica dopo la nascita del notebook e dei netbook. Questa volta i nuovi pc sono stati definiti “ultrabook“, ossia dei portatili di dimensioni contenute ma robusti, leggeri, con forme sofisticate ed eleganti oltre che veloci e con una batteria particolarmente durevole.

Gli “ultrabook” però hanno delle caratteristiche già viste in passato, infatti lo scorso anno Apple ha presentato McBook Air, la versione mini del più conosciuto netbook con la mela. I nuovi computer però presentano delle caratteristiche ancora più interessanti, infatti i concorrenti dell’azienda di Cupertino hanno citato vastità dell’offerta e una serie di funzioni e potenzialità capaci di sorprendere tutti gli appassionati di nuove tecnologie.

Prima tra tutte viene svelata la possibilità di integrare schermi touch o in tre dimensioni, ricevere istruzioni attraverso comandi vocali o gesti delle mani dell’utente e un design accattivante che cela perfettamente il cervello interno. Da un punto di vista tecnico gli “ultrabook” sono dotati di un processore di ultimissima generazione chiamato “Ivy Bridge“, capacità grafiche multimediali e trasferimenti di file immediati per soddisfare al 100% le esigenze di tutti gli utenti. Merlin Kister, direttore della sezione “consumer brand strategy management” di Intel, afferma che per la creazione di questi innovativi computer è stato fatto uno studio antropologico approfondito, per capire le reali esigenze dei consumatori e a quanto pare anche gli altri principali produttori non si sono fatti trovare impreparati davanti a questa sfida.

Tags:

Lascia una risposta