Home / Tecnologia / Publy lancia ChickyBox ed entra nel segmento di mercato del video adv

Publy lancia ChickyBox ed entra nel segmento di mercato del video adv

Per Publy, la concessionaria nata nel 2010, lo sbocco nell’online video adv era quasi naturale. Una tappa obbligata all’interno di un cammino all’insegna della crescita e del continuo miglioramento delle statistiche. Come infatti ha affermato il Ceo di Publy oggi i mezzi gestiti che la società ha in concessione consentono di raggiungere oltre 15 milioni di utenti web. Una cifra notevole se si considera la storia relativamente “breve” del gruppo.

L’esperienza maturata nel corso di questi anni è stata però fondamentale per il lancio di ChickyBox, la nuova piattaforma che è rivolta sia agli editori (e su questo nessuno novità rispetto a quella che è stata, fin dall’origine, la politica di Publy) che ai produttori di contenuti video. ChickyBox, commentano dal quartier generale di Publy a Dublino, è costata oltre un anno di lavoro certosino ma adesso è pronta ad offrire la possibilità di monetizzare il traffico che quei contenuti video riescono a produrre. Siamo entrati nel mercato dei video content online, ha reso noto Publy con un comunicato in cui viene posto l’accento sulla particolarità del piattaforma creata.  ChickyBox, infatti, ha il merito di riuscirsi ad adattare ad ogni esigenza della clientela grazie ad un CMS modulare.  Inoltre il player Html5, anche esso ideato e testato nei laboratori di Publy, consente di utilizzare i video sia che si disponga di una connessione desktop e sia che si possa usare solo un accesso mobile. Impressionanti anche le misure con un CDN che può reggere una connessione fino a 4K. Tutte queste caratteristiche spiegano il perchè sia trascorso così tanto tempo tra il primo progetto e il passaggio alla fase operativa.

Per conoscere tutti i dettagli sull’utilizzo della piattaforma ChickyBox non vi resta che visitare il sito. Se ci è concesso un piccolo incentivo a compiere questo passo lo vogliamo dare in anteprima: la monetizzazione dei contenuti avviene tramite video preroll particolari. In pratica il preroll pubblicitario resta attivo anche nel caso in cui il video video viene ‘embeddato’ su un altro sito. In questo modo sia l’editore che il curatore del video stesso hanno la possibilità di moltiplicare i guadagni. Visitare ChickyBox per credere.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *