Samsung non ha copiato Apple

20 dicembre 2012 10:500 commenti

Sorgono nuovi problemi per Apple. Secondo ill Patent and Trademark Office americano, che in altri termini è il dipartimento incaricato dei brevetti e dei marchi depositati negli Stati Uniti, pare che uno dei brevetti chiave all’interno dell’annosa battaglia tra il colosso di Cupertino e la rivale Samsung non sia da ritenere valido. Ciò si evince dalla lettura di alcuni documenti trasmessi da Samsung alla corte federale di San Jose’.

Secondo quanto affermato dalla società’ sudcoreana c’è da riflettere sulla dichiarazione del Patent and Trademark Office. In ciò dovrebbe essere tenuta in considerazione la valutazione della petizione per un nuovo processo e per riconsiderare eventualmente l’ammontare stabilito di danni che Samsung dovrebbe pagare ad Apple.

Brevetto incriminato

Il brevetto attualmente in analisi è senza ombra di dubbio al centro dello scontro tra titani che si perpetua da qualche mese a questa parte. Probabilmente è la chiave di tutto l’iter processuale.

Stiamo parlando del ‘pinch to zoom’. Si tratta di un software presente sui dispositivi touchscreen che permette di rimpicciolire o ingrandire un’immagine del proprio smartphone o del proprio tablet.

Insieme a questo brevetto ce ne sono altri cinque al centro della disputa. Sei brevetti che secondo la giuria Samsung avrebbe infranto, e per i quali dovrebbe pagare un grossissimo risarcimento ad Apple: 1,05 miliardi di dollari.

Tags:

Lascia una risposta