Sfida Google Spotify

6 marzo 2013 09:580 commenti

Avete presente Spotify? Il player che consente di ascoltare in streaming gli album del proprio artista o gruppo preferito senza compiere un’azione illegale, è appena arrivato in Italia e già si vede costretto a guardarsi le spalle da un colosso: Google.

Di mezzo c’è, naturalmente, Youtube, il più grande archivio digitale al mondo di streaming media, che si prepara a mettere sul mercato un nuovo servizio di musica in abbonamento. Un servizio di musica che lo metterebbe in concorrenza diretta con la start-up svedese lanciato nel 2008. E che potrebbe essere molto simile a Google Play, il motore di ricerca per musica pensato per i dispositivi con sistema operativo Android.

Youtube si rafforza

A rivelare queste indiscrezioni è Fortune, un noto sito. Il Fortune cita direttamente fonti dell’industria discografica e di Google, anche se per il momento da Mountain View non commentano quanto apparso sulla sua prima pagina. Non è una novità, invece, che YouTube, già ampiamente utilizzato per accedere a video, provi a rafforzarsi e ad aumentare i ricavi, non solo vendendo annunci in sovraimpressione, come già accade sovente. La sottoscrizione di un abbonamento consentirebbe agli utenti l’accesso a funzioni supplementari, magari evitando la pubblicità all’inizio dei filmati.

Tags:

Lascia una risposta