Home / Tecnologia / Twitter dopo il down: non passa un bel momento e fortuna che c’è Facebook

Twitter dopo il down: non passa un bel momento e fortuna che c’è Facebook

Twitter ha registrato numerosi down nelle ultime settimane. Il terzo crollo del noto social ha innescato l’ilarità di molti utenti che ogni giorno cinguettano in assoluta libertà. E’ così avvenuto che non solo tanti iscritti a Twitter sono ricorsi a Facebook, tradizionale rivale dell’uccellino cinguettante, per esprimere la loro rabbia per quello che stava avvenendo e per cercare informazioni su quelli che potevano essere i tempi di uscita dal down, ma addirittura non appena il social celeste ha iniziato a riattivarsi in alcune arre geografiche, è stato subito lanciato l’hashtag #twitterdown che ha il sapore della beffa. Grazie ai meccanismi social l’hashtag è diventato subito virale rimbalzando a macchia d’olio in tutte le aree in cui l’uso del social era statoi ripristinato. Chiaramente non è mancata l’ironia di chi ha messo in evidenza l’assurdità di un social che è caduto e che fa passare la tendenza #twitterdown.

La beffa maggiore però è stata il ricorso a Facebook. Tanti utenti Twitter, tradendo il loro social, si sono catapultati su Fb, utilizzando espressioni del tipo “Twitter è down ma per fortuna che c’è Facebook per capire cosa non va”.

I down sono una bella gatta da pelare per lo staff di Twitter. L’incidenza delle cadute del sito sta diventando preoccupante e i tecnici del social sono ininterrottamente al lavoro per capire cosa non stia andando in questi ultimi tempi. Certamente l’operazione non è affatto semplice anche perchè si deve capire cosa porti Twitter a cadere in alcune aree geografiche e a non subire ripercussioni in altre.

Altro aspetto da curare maggiormente è quello della comunicazione. L’avviso che Twitter non era raggiungibile in alcune zone ha iniziato a circolare troppo tardi secondo molti utenti del social e questo chiaramente ha innervosito e non poco chi è abituato a cinguettare praticamente tutto il giorno.

 

Loading...