Home / Tecnologia / Uber rivoluziona i trasporti per il Giubileo di Roma: ecco la Linea U

Uber rivoluziona i trasporti per il Giubileo di Roma: ecco la Linea U

S chiamerà Linea U e non sarà certo la quarta metropolitana di Roma, ma il nuovo servizio lanciato da Uber per il Giubileo di Roma, con un percorso che passerà per ben 8 tappe, proprio come una linea della metropolitana. La votazione delle fermate è prevista fino al 9 dicembre, mentre il servizio partirà il 10 dicembre e si fermerà il 24 dicembre, la vigilia di Natale, almeno per il momento. 

La Linea U romana è un innovativo progetto lanciato dalla società dell’applicazione in grado di fornire agli utenti la possibilità di scegliere le fermate del percorso che desiderano, allo scopo di muoversi con più libertà durante il Giubileo di Roma, periodo nel quale bus e metro saranno popolati al massimo dal flusso di pendolari, romani e pellegrini. L’innovazione dietro a tale programma sta proprio nella sua natura on demand.

Infatti saranno gli utenti a scegliere le fermate del percorso della Linea U, recandosi su questo sito. Un progetto che, come afferma il general manager di Uber Carlo Tursi, si è avviato con una call to action rivolta alla città di Roma senza che il nome di Uber venisse fuori, allo scopo di “dimostrare che un bisogno di mobilità esiste, a prescindere dalla nostra app”. E così, mentre “i colloqui finalizzati a reclutare nuovi driver e ad assicurare gli standard Uber sulla Linea U” sono già ben avviati, il nuovo progetto comincia a far parlare di sé sui media.

Una volta che la votazione si sarà conclusa, Uber si mobiliterà per far sì che il percorso assuma una fisionomia adeguata e corretta, sempre in nome di una “mobilità partecipativa” che vede per la prima volta i cittadini romani coinvolti. Un’esperienza quasi benefica che si trasforma in un prodotto “popolare e accessibile”, ma soprattutto “un’alternativa al trasporto pubblico” efficiente e a misura di utente. Sempre con la speranza che l’esperimento vada a buon fine, ma sinceramente, in questo caso, non vediamo perché dovrebbe accadere il contrario.