Home / Tecnologia / Vodafone: dribbla tutti sullo stop al roaming e ora potenzia di più la fibra

Vodafone: dribbla tutti sullo stop al roaming e ora potenzia di più la fibra

Vodafone va all’attacco delle altre compagnie di telefonia mobile e batte tutti sull’abolizione del roaming. Senza attendere di vedere entrare automaticamente in vigore la legge europea che contiene l’eliminazione del roaming, con una mossa promozionale a sorpresa, Vodafone ha deciso di tagliare la vecchia tariffazione già da questa settimana con un anticipo di 20 giorni circa rispetto all’entrata in vigore della legge europea quando tutti gli altri operatori, volenti e o nolenti, saranno costretti ad adeguarsi alla nuova normativa.

A comunicare l’importante svolta è stata la stessa Vodafone con una campagna pubblicitaria martellante che si è affiancata alle comunicazioni ufficiali presenti sul sito. L’abolizione del roaming viene lanciata accanto alla pubblicizzazione dei nuovi traguardi raggiunti per quanto concerne i servizi di fibra ottica. Vodafone, infatti, ha affermato che, ad oggi, è possibile navigare utilizzando la fibra ottica in 270 città italiane per una copertura di circa 8 milioni d mezzo di famiglie. Il servizio di fibra Vodafone permette di navigare in tutta tranquillità fino a 100 Mbps.

Limiti molto elastici sul traffico in roaming che ha un tetto massimo di 100 minuti, 100 messaggi e 100 MB al giorno. Si tratta di soglie che certamente non danno fastidio al privato che, in questo modo, può navigare, mandare messaggi e fare chiamate verso l’esterno come se fosse in Italia. La tecnologia proposta dalla compagnia mobile prevede la possibilità di utilizzare 4 Gbyte in 4G ad alta velocità e si traduce nelle offerte RED.

I paesi interessati all’offerta, oltre a quelli europei, sono Stai Uniti, Russia, Turchia, India, Brasile, Canada, Cina, Egitto, Hong Kond ed Emirati Arabi.

A seconda della preferenze all’interno delle offerte RED, Vodafone dà la possibilità di attivare quei piani tariffari che sanno meglio rispettare quelle che sono le esigenze della clientela. Si passa quindi da RED Start a RED Maxi con il primo che ha un costo di 39 euro al mese e il secondo che costa invece 10 euro in più ma presenta condizioni contrattuali e minutaggio migliori.

Loading...