La Cina vuole investire nel Mezzogiorno

5 novembre 2012 20:490 commentiDi:

Nel Meridione si potrebbero presto avere grandi opere e infrastrutture realizzate grazie ai capitali cinesi. Sembra infatti che alcune società orientali come la Cic (China Investment Corporation), fondo di Pechino, e la Cccc (China communication and construction company), grande società di costruzioni, siano interessate ad investire nelle grandi opere e nelle infrastrutture del Mezzogiorno.

La Cccc avrebbe presentato, ad esempio, un piano denominato “Ulisse”, per realizzare una piattaforma logistica che coinvolga le città di Gioia Tauro e Trapani, mostrando interesse anche nei confronti di un eventuale potenziamento delle linee ferroviarie del sud Italia, da Napoli in giù, e della linea Messina-Trapani in particolare.


E’ noto, infatti, come il progetto dell’alta velocità su rotaie, promosso da Trenitalia, che pure ha trovato grande risonanza nel nostro Paese in seguito all’introduzione dei nuovi Freccia Rossa, Argento e Bianca, si ferma in realtà a Villa San Giovanni, e non coinvolge, ad esempio, il territorio della Sicilia, in cui esistono ancora molte tratte in cui si viaggia su un unico binario.

Le società cinesi sarebbero, inoltre, interessate ad investire anche nelle grandi opere di futura realizzazione, come il Ponte sullo Stretto, e nel potenziamento dei porti, per favorire in generale lo sviluppo e la crescita, che potrebbe così passare, anche attraverso il turismo.






Tags:

Lascia una risposta