La crisi taglia i viaggi di fine anno degli italiani

26 novembre 2012 17:370 commentiDi:

Dopo aver scoperto quali sono state le 10 mete più visitate del 2012, vediamo di capire cosa prevedono per le imminenti festività natalizie gli esperti del settore turistico.

Una cosa è certa: saranno delle festività più all’insegna della stasi che della mobilità turistica internazionale. E’ quello che dicono gli esperti del FIAVET Piemonte e Valle d’Aosta, che fanno conoscere le proiezioni del turismo italiano di fine anno attraverso la voce del loro presidente Carlo Bortott.


Per il prossimo Natale e il prossimo Capodanno ci si aspetta, dunque, una generale contrazione delle partenze rispetto all’anno passato, nonostante tutti gli sforzi compiuti dagli agenti di viaggio per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori in tempo di crisi. Gli operatori turistici, infatti, hanno selezionato con attenzione le offerte dei cataloghi, sforzandosi di contenere i costi, pur cercando di garantire la stessa qualità del servizio.

A fronte di un gran numero di indecisi, che finirà per rinunciare alla classica pausa invernale, ci saranno tuttavia anche una minoranza di persone che si sposteranno in occasione delle festività. Le destinazioni preferite del periodo resteranno sempre le grandi capitali europee, come Londra, Parigi, Berlino, e Amsterdam, insieme alle mai deludenti spiagge del mar Rosso. Per chi oserà andare più lontano si faranno preferire Cuba, Brasile e Caraibi.

Per quanto riguarda invece la situazione nazionale del turismo incoming, terrà abbastanza bene il mercato della neve, mentre faranno registrare un ceto calo i flussi provenienti dall’Europa nel nostro Paese.






Tags:

Lascia una risposta