Home / Lavoro / Modalità sciopero trasporti 16 dicembre 2011
Prosegue la protesta contro la manovra Monti con lo sciopero, al via dalla 21 di stasera, dei dipendenti del trasporto locale e ferroviario che andrà avanti fino alle 21 di domani.

Modalità sciopero trasporti 16 dicembre 2011

A partire dalle 21 di stasera iniziano 24 ore di forti disagi per chi usufruisce dei servizi dei mezzi pubblici locali e ferroviari. Altissime, infatti, le percentuali di adesione allo sciopero dei trasporti proclamato unitariamente da quasi tutti i sindacati di categoria, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa-Cisal e Fast, che, dopo lo stop di tre ore dei lavoratori del privato di lunedì scorso, proseguiranno la protesta contro il decreto “Salva Italia” e contro i tagli inferti ai servizi di mobilità, messi fortemente a rischio di una drastica riduzione con conseguenze drammatiche sia per i dipendenti del settore sia per i lavoratori dell’indotto.

Dalle 21 di stasera si fermeranno gli addetti agli autobus extraurbani ed al trasporto ferroviario che incroceranno le braccia fino alla stessa ora di domani. Durante le 24 ore di stop saranno garantiti solo i servizi minimi indispensabili (nelle due fasce orarie 6-9 e 28-21) mentre circoleranno regolarmente tre treni a media-lunga percorrenza su quattro inseriti nell’orario Trenitalia che, per tutte le informazioni sullo sciopero, ha attivato il numero verde gratuito, 800 89 20 21.

Da domani prenderà invece parte alla protesta il personale di bus, metro e tram dei servizi urbani. Questi gli orari dello stop nelle maggiori città italiane, ad eccezione di Bologna dove la protesta è stata anticipata ad oggi: a Roma si andrà avanti dalle 8.30 fino alle 17.30 e dalle 20 fino a fine servizio; a Milano dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 fino al termine del servizio; a Napoli dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio; a Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio; a Venezia-Mestre dalle 9 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio; a Genova dalle 9.30 alle 17 e dalle 21 fino a termine servizio; a Bari 8.30 – 12.30 e dalle 15.30 a fine servizio; a Palermo dalle 8,30 alle 17,30; a Cagliari dalle 9.30 alle 12.45, dalle 14.45 alle 18.30 e dalle 20 alla fine del servizio.

Altri disagi sono previsti per lunedì 19 quando la protesta proseguirà con lo sciopero dei dipendenti pubblici che incroceranno le braccia per tutta la giornata.

Loading...