Posto in piedi sugli aerei: Mister Ryanair ritorna sulla questione

13 novembre 2012 17:010 commentiDi:

In un’intervista recentemente rilasciata al Telegraph, Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair, la compagnia irlandese low cost, ha affermato che le cinture di sicurezza sugli aerei sono superflue e inutili, poiché, in caso di ipotetico incidente non salverebbero comunque i passeggeri dalle conseguenze del’impatto. La sua proposta, quindi, è quella di eliminare sugli aerei le ultime dieci file di sedili per dare la possibilità ai viaggiatori di volare anche in piedi a costi ulteriormente ridotti.


Il boss di Ryanair, infatti, è fieramente convinto del fatto che, potendo scegliere tra una corsa in piedi al costo di 1 sterlina e un volo seduto a 25, la maggior parte dei viaggiatori sceglierebbe la soluzione più economica, non essendo del resto un aereo tanto diverso da un “autobus con le ali”.

Un primo, provocatorio, intervento di Ryanair sulla questione, si era avuto, in realtà, già nel luglio del 2010, quando O’Leary aveva ufficialmente annunciato l’introduzione di sedili verticali sugli aerei della compagnia entro i successivi due anni.

La proposta di O’Leary, tuttavia, oggi come due anni fa, non ha ancora incontrato il favore dei responsabili dell’aviazione civile, per i quali le cinture di sicurezza costituiscono ancora dei dispositivi indispensabili alla salute dei viaggiatori, soprattutto in fase di decollo e atterraggio e nel caso di turbolenze.






Tags:

Lascia una risposta