Gigi Marzullo trasportato in codice rosso all’ospedale di Avellino

Sono stati momenti di paura quelli vissuti da Gigi Marzullo in queste ultime ore. Il popolare conduttore è stato ricoverato in codice rosso ad Avellino e operato d’urgenza per doppia ernia addominale ma ora è fuori pericolo
Grande paura per il celebre conduttore Gigi Marzullo, ricoverato d’urgenza in ospedale nelle scorse ore in codice rosso.

L’uomo, 66 anni da poco compiuti, è stato accompagnato presso l’ospedale “Moscati” di Avellino. Qui i medici hanno immediatamente percepito la gravità della sua situazione, a causa dei fortissimi dolori addominali lamentati dall’uomo.

Il conduttore dello storico programma Cinematografo di Rai1 si trovava in questi giorni presso la sua abitazione di Avellino insieme ai familiari per trascorrere il ferragosto. Pare che già da qualche giorno soffrisse di alcuni fastidi ma nel momento in cui questi si sono fatti più intensi è stato necessario l’intervento dei sanitari.

Gigi Marzullo è stato quindi condotto nel pronto soccorso dell’ospedale “Moscati”, dove il triage gli ha assegnato il codice rosso di massima urgenza. Accompagnato successivamente nel reparto di medicina del nosocomio e, quindi, operato nel più breve tempo possibile. La diagnosi dei medici è stata di doppia ernia addominale. L’operazione per la rimozione è perfettamente riuscita e adesso Marzullo dovrà osservare un periodo di assoluto riposo prima di riprendere la sua normale attività.

Il “conduttore della notte” dalla prossima stagione televisiva sarà alla guida di ben cinque diversi programmi che spaziano tra i diversi ambiti della cultura. La collocazione è sempre la stessa per Gigi Marzullo, ormai abituato a tener compagnia durante la notte ai telespettatori di Rai1. È una risorsa artistica molto importante per la tv pubblica e il suo apporto si è spesso rivelato fondamentale anche in altre trasmissioni, dove ha svolto il ruolo di opinionista.

Non mancherà ovviamente l’appuntamento con il suo programma più noto, Sottovoce, che lo ha reso familiare al grande pubblico con la frase divenuta negli anni un tormentone: “Si faccia una domanda e si dia una risposta.” Il conduttore ha voluto imediatamente ringraziare tutto lo staff medico e paramedico che si è preso cura di lui in queste ore di paura nell’ospedale irpino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *