Giorgia Palmas e Filippo Magnini, il loro matrimonio è alle porte

Sansone, presto “mamma e papino” di una bella cucciolata. “Non ce l’aspettavamo proprio, ma la natura (o l’amore) ha fatto il suo corso e noi abbiamo il cuore pieno di gioia ed emozione”, ha scritto Giorgia su Instagram, con l’hashtag #FamilyFirst. Prima la famiglia, insomma.

Una priorità su cui Filippo è d’accordo, visto che la separazione dalla ex collega Federica Pellegrini è dipesa proprio dalle divergenze su questo tema. «Per come sono cresciuto, penso che il matrimonio sia il coronamento di un progetto e dell’amore di due persone», ha detto il nuotatore.

Aggiungendo che «Giorgia ha gli stessi valori». Non la pensava così invece la Pellegrini, che per questo lo ha lasciato. Filippo e Giorgia, invece, sono ormai una famiglia a tutti gli effetti. Non solo convivono da tempo, ma hanno trascorso le vacanze sempre appiccicati in Sardegna, la terra d’origine di Giorgia, che è nata a Cagliari. A Cala Sinzias, poco tempo fa, Filippo ha persino salvato un turista che aveva avuto un malore in acqua.

«Ho fatto quello che dovevo », ha minimizzato il campione. Ma soprattutto quest’estate i due innamorati si sono concessi il loro primo viaggio all’estero. Destinazione: Bahamas. Quasi una prova generale della luna di miele. Al ritorno Giorgia ha dichiarato: «Ci assomigliamo molto, ma in questi giorni ci siamo resi conto che siamo simili anche sul fronte viaggi. Siamo curiosi, amiamo provare, scoprire le stesse cose, stare in acqua allo stesso tempo, fare le escursioni più avventurose». La sintonia è assodata, tranne che per la fede calcistica: Giorgia, che in autunno condurrà Matchday su Milan Tv, è milanista, mentre Filippo è interista.

La coppia accarezza da tempo l’idea di sposarsi, ma pare che non sia ancora il momento: «Sono certo che accadrà con Giorgia, perché sento che la cosa si concretizza, ma non abbiamo programmato se sarà oggi, domani o tra un anno o due». Filippo è convinto che siano «predestinati a stare insieme» e lei vorrebbe sposarsi «su una spiaggia in Sardegna ». Nozze marinare e così anche la luna di miele? «Sicuramente mi piacerebbe che fosse al mare», ha ammesso lei. L’unico ostacolo all’unione è la squalifica di quattro anni per doping del nuotatore, sebbene Magnini si fosse già ritirato dalle gare alla fine del 2017: «Penso che nelle difficoltà l’unione si rafforzi.

Per fortuna ho lei accanto e superata questa bufera penseremo alle nozze». Le sue dichiarazioni d’amore pubbliche a Giorgia si sprecano. Una, di maggio, ha un significato particolare: «Sono stati i due anni più duri e brutti della mia vita, ma anche i più belli della mia vita grazie a Giorgia». Per Magnini la sentenza ha diversi punti oscuri: in primo luogo, non è indicata la sostanza dopante. Potrebbe quindi fare appello al Tas, il Tribunale arbitrale sportivo, per togliere ogni macchia al suo onore. Nel frattempo si sta dedicando a un progetto con Raoul Bova, Massimiliano Rosolino e l’altro campione di nuoto Emiliano Brembilla: il film L’ultima gara, nel cui cast c’è anche Manuel Bortuzzo, il nuotatore paralizzato alle gambe dopo essere stato ferito in una sparatoria che non aveva lui come bersaglio. Così, finalmente, rivedremo Filippo in vasca.

Posted in Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *