Nick Carter, ordinanza restrittiva nei confronti del fratello “Voleva uccidere mia moglie incinta”

Dopo le dichiarazioni di Aaron Carter, si continua a parlare di lui e della faida tra lui ed il fratello Nick, il noto cantante dei Backstreet Boys. Proprio quest’ultimo avrebbe chiesto l’ordine di restrizione nei confronti del fratello Aron e adesso quest’ultimo su Twitter è passato all’attacco da accusato il cantante di violenze e di stupro facendo anche i nomi delle vittime e rivelando di essere stato anche lui vittima di abusi sessuali dai 10 ai 13 anni, da parte della sorella Leslie che è morta nel 2012.

Si tratta Ovviamente di accuse molto pesanti che Aaron, adesso ha tirato fuori e che in qualche modo potrebbero complicare questa vicenda familiare.  Soltanto alcuni giorni fa, il giovane ha confessato l’intenzione di soffrire di alcune patologie psicologiche riguardanti un disturbo bipolare molto grave ed in seguito a ciò, in famiglia è scoppiata una vera e propria guerra.

Innanzitutto sarebbe stato presentato una richiesta di da parte del fratello di tutela e quindi un provvedimento restrittivo e poi ci sarebbe stato anche un tentativo di farlo internare, almeno secondo quanto riferito dallo stesso Aaron.  Dal canto suo Nick l’accusa di aver tentato di uccidere la moglie incinta. “Mia sorella Leslie era bipolare e si curava con il litio. Non le piaceva il modo in cui il farmaco la faceva sentire e quando non lo prendeva faceva cose che non avrebbe mai voluto fare davvero. Ne sono convinto…”, scrive in un tweet Aaron e poi aggiunge: “Leslie mi ha violentata dall’età di 10 a 13 anni quando non stava assumendo i suoi farmaci e sono stato abusato non solo sessualmente da lei, ma dai miei primi due ballerini quando avevo 8 anni. E mio fratello ha abusato di me per tutta la vita…”

Nick Carter chiede ordine restrittivo per il fratello Aaron

La vera bomba pare che è scoppiata soltanto nelle scorse ore, quando Nick Carter ha chiesto un ordine restrittivo nei confronti del fratello minore e raccolto delle dichiarazioni anche molto piuttosto pesanti sostenendo che il fratello ha tentato di uccidere la moglie e il figlio che aspettano. “Dopo una lunga considerazione, mia sorella Angel ed io abbiamo purtroppo deciso di intraprendere un’azione legale contro nostro fratello Aaron. Abbiamo dovuto farlo. Alla luce dei recenti comportamenti allarmanti di Aaron e della sua confessione di voler uccidere mia moglie e il bambino che aspettiamo, non abbiamo avuto altra scelta che prendere ogni misura possibile per proteggere noi e le nostre famiglie. Amiamo Aaron e speriamo che riceva le cure necessarie affinché non faccia del male a se stesso o ad altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *