Chiara Ferragni a Sanremo 2020? forse sul palco dell’Ariston

Come tutte le vere dive (e lei lo è: il suo docufilm Unposted è stato il più visto di sempre al cinema, nei soli tre giorni di uscita), Chiara Ferragni è al centro di sogni e grandi fantasie delle ammiratrici e dei follower più accaniti. L’ultima voce che la riguarda, però, potrebbe essere qualcosa di più che un desiderio dei suoi 17 milioni di fan. La regina delle influencer, dicono voci dei corridoi dello spettacolo, potrebbe affiancare Amadeus nella conduzione di Sanremo 2020. Accoppiata certo inedita quanto vincente, che per la Rai rappresenterebbe l’occasione di conquistare una fascia di pubblico più giovane, tradizionalmente meno legato al piccolo schermo.

E di sfondare finalmente nel mondo dei social. Le presunte trattative tra gli organizzatori del festival e lo staff Ferragni per ora attendono conferma. Così come è inutile tentare di scoprire qualcosa di più dai profili ufficiali di Chiara o di Fedez. Sempre attentissimo ai successi della moglie, l’ultima uscita pubblica del rapper riguarda infatti il trionfo di Unposted, film incentrato sulla vita dell’imprenditrice digitale, che è stato nelle sale per soli tre giorni ma che potremo rivedere presto in Tv: «Il documentario», ha voluto sottolineare il cantante in una story su Instagram, «è stato stroncato dalla maggior parte della critica, cosa che ci aspettavamo e su cui non voglio sindacare perché ognuno può dire quello che vuole. Però il fatto che sia andato così bene vuol dire che al giorno d’oggi la critica parla per se stessa e a se stessa.

Che è un modo carino per dire che non contate più niente». Molto più istituzionali i complimenti di Francesco Rutelli, oggi presidente di Anica (Associazione nazionale industrie cinematografiche), che ha commentato così il successo del docufilm: «È positivo che molte persone non abbiano aspettato la visione in streaming, ma scelto l’esperienza in sala che si rivela molto attrattiva anche per una generazione abituata ai dispositivi mobili». Unposted nei tre giorni di programmazione ha incassato infatti oltre un milione e seicentomila euro ed è stato visto da più di 160mila spettatori, con la più alta media giornaliera al box office. Ed è già disponibile su altri circuiti, e scaricabile online. Stesso understatement sul profilo di Chiara Ferragni, fresca dei successi alla settimana della moda dedicata alle sfilate primavera- estate 2020, dove è stata fotografata accanto alla stella Nicole Kidman in prima fila, dove siedono i vip, per partire subito dopo per le passerelle di Parigi e di New York.

Proprio negli Stati Uniti l’imprenditrice digitale farà il suo debutto sul piccolo schermo nella primavera 2020, protagonista di un programma di moda accanto alla top model Heidi Klum e allo stilista Tim Gunn, come lei stessa ha raccontato da Tokyo, dove questa estate è volata insieme alla famiglia. Dal suo diario di viaggio si apprende che era questo lo scopo della trasferta giapponese. «Onorata di essere uno dei giudici di Making The Cut, prodotto da Amazon Prime video. Non vedo l’ora che arrivi il 2020 per assistere a questo concorso di moda: scoprirò i migliori nuovi designer insieme ai colleghi giudici Carine Roitfeld, ex direttrice di Vogue, allo stilista Joseph Altuzarra, a Naomi Campbell e all’attrice e designer Nicole Richie. È questa la trasmissione che stiamo girando a Tokyo e sono così felice di lavorare al mio primo show americano. Sarà disponibile in tutto il mondo su Amazon Prime video nella primavera 2020». Dunque subito dopo Sanremo, in calendario dal 4 all’8 febbraio. Nell’attesa di nuove conferme, la ridda di nomi che potrebbero affiancare Amadeus sul palco dell’Ariston continua: circolano anche quelli di Fiorello, di Alessandro Cattelan, e di Tiziano Ferro, forse super ospite.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*