Ilary Blasi e Francesco Totti, dopo 20 anni d’amore sono una squadra fortissima

Mentre il marito Totti sta decidendo cosa fare “da grande”, tra un blitz in un nuovo reality di Amazon Prime Video e l’idea di diventare procuratore, la conduttrice si divide tra Mediaset e i figli: Cristian, Chanel e la piccola Isabel. «Loro guardano poca tv, preferiscono YouTube e le serie». «Magari Francesco fosse a casa tutti i giorni! Mi aiuterebbe coi bambini… Invece è più impegnato di prima, ma ormai siamo perfettamente collaudati». E intanto tutta la famiglia si allena.

Si definisce la cattiva di casa, quella che detta le regole e fa la paternale ai bambini se non fanno i bravi e non rispettano quello che la mamma insegna e chiede loro. Ma solo perché il marito è spesso fuori casa e lascia gli oneri (e gli onori) familiari alla moglie. Protagonisti di questa storia “qualunque”, di quelle in cui ciascuno si può identificare, sono Ilary Blasi e Francesco Totti, una delle coppie dello show- biz più unite e amate. Lui per il suo talento, la sua simpatia, le sue gaffe, il suo modo di essere scanzonato, lei per l’ironia, la solarità e il sorriso. La famiglia Totti è una di quelle che funziona davvero. La conduttrice e l’ex capitano della Roma (che ora gioca a calcio a otto con gli amici e pensa a mettersi in proprio come procuratore e presto si farà anche dare la caccia nel nuovo reality, Celebrity Hunted, su Amazon Prime Video) si amano alla follia. Il segreto? Mai prendersi sul serio.

Ilary, come è cambiata la vita in casa Totti-Blasi da quando il Pu- pone ha lasciato i campi da calcio e il ruolo da dirigente della Roma? Averlo a casa “tra i piedi” tutti i giorni com’è?

«Ma magari fosse a casa tutti i giorni! Ma magari davvero! Almeno mi aiuterebbe con i bambini, con il menage familiare e tutto il resto. Invece no! Niente di tutto questo».

Non è cambiato dunque nulla? «Niente, rispetto a prima non sento questa differenza. Lui è molto impegnato ancora, farà altre cose. Anzi, forse è più impegnato di prima. Ma stiamo insieme da 20 anni e siamo perfettamente collaudati».

Ma state pensando seriamente di fare qualcosa insieme? Tipo l’ormai famoso Casa Totti? Sono anni che se ne parla. In effetti un po’ siete in stile Raimondo Via- nello e Sandra Mondaini…

«Me lo hanno chiesto tante volte, è un’idea carina, ci penserò, promesso. In televisione poi ci sto io, lasciatemi ancora per un po’ l’esclusiva in famiglia».

A proposito di casa Totti, in casa è lei la più severa, oppure è la più buona?

«La cattiva sono io!».

Ha riportato in tv, in coppia con Alvin, lo storico programma Giochi senza frontiere, ribattezzato Eurogames, in una veste moderna. L’obiettivo però è sempre lo stesso: riunire davanti alla tv tutta la famiglia. Riuscite mai, voi della Totti family, a stare tutti insieme sul divano?

«I miei figli guardano pochissima televisione, preferiscono le serie tv o i video su You- Tube. Però almeno una sera alla settimana…». C’è tanta differenza tra come siete cresciuti lei e Francesco e come stanno crescendo i vostri tre figli? Loro sono i nativi digitali, la società è molto cambiata, i valori sono diversi.

«Sicuramente la loro è un’adolescenza molto diversa dalla nostra, ma certe cose non cambiano, almeno per noi. Avendo io e Francesco due famiglie comuni, stiamo cercando di trasmettere un po’ quello che ci hanno insegnato, i valori che abbiamo imparato da bambini, e quello che abbiamo vissuto noi, ovviamente in chiave più moderna, ma con delle basi e dei valori che ci devono comunque sempre essere, a prescindere dai tempi che corrono».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*