Adrian, lo show di Adriano Celentano chiama Maria De Filippi per sollevare il programma

A volte ritornano. E questa volta sarà diverso. Almeno è questo quello che ha promesso Adriano Celentano, chiamato a recuperare la fiducia del pubblico dopo il clamoroso passo falso di Adrian, la sua serie animata.

Questa volta sarà tutto diverso

Tuttavia, se la prima volta Pier Silvio Berlusconi aveva avuto totale fiducia nel Molleggiato e nel suo Clan, questa volta sembra non voler correre rischi, soprattutto alla luce degli ingenti investimenti fatti per riportarlo in Tv. “Non siamo soddisfatti di come sono andate le cose, il primo insoddisfatto è lui”, ha dichiarato il numero uno di Mediaset. “E giusto dare al suo prodotto e al suo pensiero una seconda chance, ci sembra convinto. Celentano lavora a uno show con la sua presenza costante. Farà quello che doveva fare. Speriamo che questa volta andrà così”. E il condizionale è sempre d’obbligo, parlando di Celentano.

Quindi stop all’improvvisazione e alla vaghezza che ha contraddistinto la prima versione di Adrian e porte aperte a serate costruite alla perfezione, con Adriano sempre presente in tutte e quattro le puntate previste, con una scaletta definita nei minimi dettagli e soprattutto grandi ospiti. Su tutti. Maria De Filippi, che dopo essere corsa in aiuto di Michelle Hunziker per evitare il tracollo degli ascolti di Amici Celebrities, proverebbe a salvare l’Auditel anche in questo caso. La conduttrice, che intanto è tornata a macinare ascolti il sabato sera con la nuova edizione di Tu si que Vales, dovrebbe essere presente in almeno una puntata, per un attesissimo dialogo con Adriano. Insomma, si sta preparando un vero e proprio evento televisivo. Come avrebbe dovuto essere fin dal principio.

Lo show, al via giovedì 7 novembre in prima serata su Canale 5, dovrebbe durare circa due ore. La prima di puro spettacolo dal vivo, con ospiti e musica; la seconda dedicata alla serie animata del Molleggiato. Nelle quattro puntate previste, infatti, verranno mandati in onda gli episodi mancanti di Adrian, quelli che non erano stati trasmessi dopo la chiusura anticipata del programma a causa degli ascolti troppo bassi. Un montaggio di un quarto d’ora racconterà quello che era successo in precedenza, per aiutare gli appassionati della serie animata a riprendere il filo della narrazione. Completamente trasformata anche la scenografia, con il palco che sarà dominato da un maxischermo, su cui scorreranno immagini funzionali al racconto di Celentano.

Spazio anche alla musica

La parte più interessante, naturalmente, saranno gli ospiti. Quelli che nella prima edizione sono mancati, perché letteralmente in fuga da un programma sconclusionato. Stiamo parlando di Michelle Hunziker, Ambra Angiolini e Teo Teocoli, che lasciarono lo show durante le prove, perché letteralmente abbandonati a loro stessi.

Dello show precedente resta solo la presenza dell’attrice Ilenia Pastorelli, i cui monologhi erano stati una delle poche cose salvabili. Dalle prime indiscrezioni raccolte, nella prima puntata l’argomento principale sarà la televisione. Per l’occasione, Celentano apparecchierà un tavolo rotondo, al quale siederanno i conduttori Tv più popolari del momento, in rappresentanza delle diverse anime della televisione, italiana. Ecco quindi che i primi ospiti dovrebbero essere Carlo Conti (Rai), Paolo Bonolis (Mediaset) e Massimo Giletti (La7).

Poi, spazio a Maria De Filippi, come accennato prima, ma anche a personaggi come Enrico Mentana e Gerry Scotti. Persino Silvia Toffanin, compagna di Pier Silvio Berlusconi, potrebbe essere della partita, ma non è ancora chiaro in quale veste.

Quindi, le parole, come nella miglior tradizione celentanesca, saranno le assolute protagonsite, ma non mancherà anche lo spazio dedicato alla musica, con duetti tutti da ascoltare. Sempre nella prima puntata l’ospite dovrebbe essere Luciano Ligabue, mentre per i successivi appuntamenti si fa il nome di Elisa.

Sulla politica non si sa molto

E la politica? Davvero molto difficile che Celentano si lasci sfuggire l’occasione per uno dei suoi sermoni. Dagospia aveva lanciato l’ipotesi che fossero presenti anche una serie di esponenti politici: «che saranno messi sulla graticola da Celentano in persona: si parla di personaggi di primissimo piano, di attuali ed ex membri del governo». Un’ipotesi al vaglio, ma dove scarseggiano le certezze. D’altronde, andare da Celentano è sempre un rischio. Per chiunque.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*