Lamberto Sposini presenta la figlia Matilde sul suo profilo Instagram in un modo davvero particolare

Lamberto Sposini torna a far parlare di sé, il giornalista e conduttore, ormai lontano dalla tv, ha deciso di presentare la figlia sui social. Si chiama Matilde. Molti fan si chiedono se potranno mai rivedere il bravissimo Lamberto in tv e si chiedono oggi come stia. Il giornalista, infatti, ha sempre cercato di stabilire virtualmente un contatto diretto con i follower.

Negli anni passati, Sposini è stato preso da un ictus nel periodo in cui si trovava a condurre il programma La vita in diretta.

La sua carriera era all’apice del successo quando fu colpito dal malore.

L’amica di sempre che, al tempo conduceva con lui il programma, Mara Venier, gli è stata sempre accanto in questi anni, ma purtroppo Lamberto non è mai stato in grado di riprendersi del tutto e per questo non ha più fatto ritorno in televisione, per le sue condizioni di salute non ottimali.
Ha preferito dedicarsi agli affetti più cari, alla famiglia e agli amici. L’ex moglie Sabrina ha rilasciato una lunga intervista raccontando il periodo nero che ha vissuto Lamberto che lo ha condotto ad un allontanamento necessario dal mondo dello spettacolo.

Sabrina dice che il giornalista è molto lucido, ma non parla: un grumo di sangue del diametro di sette centimetri ha premuto quatto ore sull’area del linguaggio. Questo ha fatto sì che lui potesse essere in grado di legare i significati delle parole alle cose da definire, ma purtroppo la parola non riesce a uscire dal suo corpo, né orale né scritta. Si chiama afasia, questa condizione.

Ma la sua mimica facciale è molto espressiva e con il volto e gli occhi esprime tutto. Il giornalista è oggi in pieno possesso delle sue facoltà e ha deciso di postare una foto in cui presenta ai follower la figlia Matilde, tagliando il volto per tutelare la sua privacy.

Lo scatto ha ricevuto molti like e commenti, segno che Lamberto è ancora nel cuore di tante persone, nonostante la lontananza dalla televisione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*