Lutto a La vita in diretta: addio alla storica psicologa Paola Vinciguerra

La psicoterapeuta, volto noto anche della televisione e della radio per le sue molte partecipazioni nel ruolo di esperta di disturbi quali la depressione o gli attacchi di panico, o di fenomeni come il cyber bullismo, si è spenta a sessantotto anni a Roma, città nella quale abitava e dove domani si terranno i funerali.

È morta ieri pomeriggio, a 68 anni, Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e anche volto noto della televisione dove interveniva spesso per il suo lavoro. Presidente dell’Associazione europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap), si è occupata nella sua lunga carriera di disturbi che affliggono centinaia di migliaia di persone come la depressione, e di problemi come il cyberbullismo, sperimentando e mettendo appunto anche nuove tecniche.

Vinciguerra era anche direttrice scientifico di Bioequilibrium e nella sua carriera ha sperimentato e contribuito alla discussione e approfondimento di molte tecniche, oltre la classica psicoterapia, come l’analisi bioenergetica, il gestalt, il training autogeno, l’Emdr e il mindfulness. Il suo impegno l’ha vista dal 1980 contribuire a far entrare le tecniche di miglioramento dei rapporti di gruppo e di fiducia in se stessi dentro le aziende e le istituzioni, con workshop e incontri per la gestione dell’ansia e dello stress, e per la risoluzione dei conflitti. La psicoterapeuta scomparsa è stata anche e soprattutto un’instancabile divulgatrice, con la scrittura di numerosi libri e i molti interventi sui media.

“In situazioni come queste -dichiara in una nota il presidente dell’Unione nazionale consumatori Massimiliano Dona – al dolore per la scomparsa di figure così importanti si affianca un fortissimo senso di riconoscenza. Paola Vinciguerra ha illuminato con la sua professionalità molte delle iniziative realizzate dall’Unione nazionale consumatori, portando nella nostra organizzazione una ineguagliabile carica propulsiva. Non è stata soltanto una guida preziosa nelle problematiche delle dipendenze, ma anche fonte di ispirazione durante corsi di team building interni”. “Quando penso a Paola – conclude Dona – piuttosto che al lavoro fatto insieme (a cominciare dai libri scritti a quattro mani) penso al lascito di consapevolezza che ci ha donato: tutto il team di Unc si stringe ai familiari, in particolare al marito Valdo e alla figlia Eleonora”.

Paola Vinciguerra: “Una vita per i suoi pazienti”

A dare la notizia della scomparsa della dottoressa sono stati i familiari, tramite la sua pagina Facebook: “È stata negli anni un punto di riferimento per i suoi pazienti ed una pioniera nell’utilizzo di tecniche innovative nel panorama scientifico della Psicoterapia. Questo video è solo un piccolo tributo ai suoi insegnamenti e alla sua grande passione per la vita. La famiglia ringrazia tutti coloro che saranno presenti domani e chiede privacy e rispetto per il proprio dolore”.

I funerali di Paola Vinciguerra sabato a Roma
I funerali di Paola Vinciguerrra si terranno domani – sabato 23 novembre – a Roma, alle 11 nella chiesa  di San Gioacchino in via Pompeo Magno 25, nel quartiere Prati dove abitava. Lascia una figlia Eleonora, e il marito Valdo.

Commenta la Notizia