Redazione 9 Dicembre 2019

Ha sua vita potrebbe presto cambiare. E in meglio. Il 2020 sarà un anno importante per Giorgia. Sul piano professionale e su quello sentimentale. Prima di tutto perché, dal 4 all’8 febbraio, la voce di Scelgo ancorate potrebbe tornare sul palco del Festival di Sanremo a diciotto anni dall’ultima partecipazione con Di sole e d’azzurro, brano scritto per lei da Zucchero Fornaciari e con il quale si classificò seconda.

Amadeus, conduttore e direttore artistico, ufficializzerà i nomi dei concorrenti solo il 6 gennaio, ma molti scommettono che lei sarà della partita. A partire dai fan che la supportano e che sperano. E poi perché potrebbe dire «Sì» a Emanuel Lo, il ballerino ed ex professore di Amici più giovane di lei di otto anni con il quale, nel 2010, ha avuto un figlio: Samuel.

Minuta ma energica, oggi Giorgia è una donna matura e realizzata, che ha superato paure e dolori del passato grazie al forte attaccamento alla vita. Segnata nel 2002 dal trauma della scomparsa di Alex Baroni, il suo grande amore vittima di un incidente stradale, due anni dopo ha cominciato a rialzarsi con l’aiuto di Emanuel. «Si è preso sulle spalle una persona da ricostruire», ha detto lei.

Giorgia però ha dovuto affrontare un altro dolore: il figlio che non arrivava mai e gli aborti. «Emanuel era pronto a diventare genitore prima che lo fossi io. Lo amo moltissimo», ha raccontato l’interprete romana. Oggi finalmente lei è madre e dice grazie al suo Samuel. «Mi dà energia». E potrebbe essere proprio il piccolo di casa a portare le fedi a mamma e a papà. «Emanuel mi ha chiesto di sposarlo e io gli ho detto “Sì”. Poi, però, se non è la donna che organizza, l’uomo non lo fa, perciò è finita lì», ha detto.

Leggi anche  È diventata famosa per aver ricoperto il corpo di tatuaggi: quanto ha speso (e com'era prima)

Adesso il momento sembra arrivato. «Potrebbero sposarsi entro Pasqua», dicono gli amici più stretti della coppia. E chissà che per la cantante i primi mesi dell’anno che verrà non siano davvero quelli della doppia soddisfazione, nel lavoro e in famiglia.

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*