Bufera sul Macro, il Museo di arte contemporanea di Roma: compare un manifesto con Gesù Cristo in evidente stato di erezione e un bambino inginocchiato davanti. Altro che la banana di Maurizio Cattelan; insorge Fratelli d’Italia che chiede alla Raggi l’immediata rimozione del manifesto blasfemo.

“Il manifesto affisso all’esterno del Macro di Roma, Museo di arte contemporanea della Capitale, è di una vergogna inaudita. Stamane, recandoci sul posto abbiamo notato un’immagine volgare che ritrae un bambino in ginocchio davanti a Gesù Cristo, quest’ultimo in evidente stato di eccitazione e con la mano in testa al bimbo. È inaccettabile che roba del genere venga esposta al pubblico, in un museo importante della città – peraltro con fondi pubblici – e frequentato anche da famiglie. Come Fratelli d’Italia chiediamo alla sindaca Raggi di far rimuovere urgentemente la locandina blasfema, indegna e offensiva non solo dei cristiani ma anche di Roma”, scrivono in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo Fdi alla Regione Lazio, e Andrea De Priamo, capogruppo Fdi in Comune di Roma.

Nel primo pomeriggio l’Azienda Speciale Palaexpo, azienda che per sua missione promuove ogni giorno la cultura e il rispetto critico della libertà artistica e di espressione, si è dissociata dal messaggio del manifesto e lo ha rimosso.

Commenta la Notizia