Nonna scambia insetticida per sciroppo: morta nipotina di 17 mesi

Un errore fatale, che non si perdonerà per tutta la vita. Una nonna, preoccupata per il fatto che la nipotina, di appena 17 mesi, aveva la tosse ha scambiato una insetticida liquida per uno sciroppo e glielo ha somministrato uccidendola.

La nonna quando si è accorta dell’errore ha chiamato i soccorsi e la piccola è stata trasportata in ospedale. Ma le sue condizioni erano troppo gravi: l’insetticida le aveva provocato danni irreversibili all’apparato digerente e la piccola è morta poco dopo il ricovero.

Il fatto è accaduto a El Cañito, una località del municipio di Toluviejo, in Colombia, l’11 dicembre 2019 ma se ne è avuta notizia solo ora. “Dolore, tristezza e sgomento sono i sentimenti che invadono ora la famiglia di El Cañito” riporta l’Elheraldo.co che ha rivelato i fatti sul suo sito internet.

“La piccola, unica figlia di una coppia di genitori rispettivamente di 24 e 19 anni – scrive ancora il sito di informazione colombiano – è deceduta per aver ingerito l’insetticida Lorsban”.

“Quel veleno – continua il racconto – era stato depositato in un contenitore che una delle nonne della ragazza ha erroneamente preso, credendo che fosse un rimedio e glielo ha  dato”.

“La piccola era con sua madre e sua nonna e ha iniziato a tossire ed è per questo che sua nonna è andata a cercare un rimedio prendendo quel vasetto e credendo che fosse lo sciroppo”, ha detto il nonno paterno della ragazza defunto. Lorsban – ricorda Elheraldo.co è un potente insetticida comunemente usato nel lavoro sul campo per il trattamento di parassiti ed erbacce.

Leggi anche  Rita Dalla Chiesa racconta un retroscena: 'Fabrizio Frizzi era il mio amico della notte'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *