Ciao a tutti. Io sono Sarah, e sono in una situazione molto difficile. Potrei perdere mia figlia a causa delle mie azioni e del mio stile di vita. La cosa peggiore è che tutto quello che ho fatto è stato provare a darle una vita migliore, perché io la amo più di ogni altra cosa al mondo.

Qualche anno fa ho incontrato un uomo, Victor. Era un vero gentiluomo. Siamo usciti a lungo e si è sempre comportato bene. Certo, eravamo giovani e appassionati. Non avevamo bisogno di altro che noi due. Ed eravamo felici, fino a quando non abbiamo iniziato a convivere. E col tempo sono usciti fuori tutti i difetti. Fin dall’inizio, mi sono ritrovata a fare tutte le faccende domestiche, ed ero sempre stanca. Poi il suo amore è andato man mano scemando: abbiamo iniziato a litigare sempre più spesso e abbiamo smesso di capirci.

Era come se parlassimo due lingue diverse! Abbiamo veramente cercato di rimediare. Siamo anche andati da uno psicologo, per capire come fare, ma non ha aiutato. Abbiamo capito che dovevamo trovare qualcosa che ci unisse e presto lo abbiamo trovato. E cosi abbiamo deciso di avere un bambino. Potresti pensare che non era la migliore delle scelte visto che la nostra relazione stava andando in pezzi, ma in quel momento sembrava l’unica soluzione. E lo è stata.

Mentre ero incinta, Victor si prese cura di me e di noi. Nonostante io lavorassi duramente mentre ero incinta, la nostra relazione è migliorata. Ma prendersi cura della bambina si è rivelata molto più difficile di quanto avrei immaginato. Dopo il parto, la mia vita è diventata pesante. Facevo tutto il giorno da babysitter a nostra figlia mentre Victor era al lavoro e alla fine della giornata ero esausta. Ma la sera, quando lui tornava a casa, voleva che la casa fosse in ordine e voleva la cena pronta. Di notte passavo tutto il tempo sveglia appresso alla bambina, perché non dormiva molto e piangeva continuamente. Victor non mi aiutava molto e, se lo faceva, me lo faceva pesare come se mi stesse facendo un favore.

Leggi anche  Poliziotto va sul luogo dell'incidente, trova il figlio 30enne morto nell'auto

Era cambiato molto da quando ci eravamo conosciuti e forse la sua vera personalità era finalmente uscita: era un uomo che vedeva una donna solo come casalinga. Ad un certo punto, mi sono resa conto che il nostro rapporto non poteva essere più salvato. Dopo un anno in questo modo, io lo odiavo profondamente e volevo uscire da quella prigione. E così ho trovato una soluzione. Gli ho detto che volevo separarmi e prendermi cura della bambina da sola. In cambio, Victor mi avrebbe pagato gli alimenti. Non eravamo ufficialmente sposati, quindi ci siamo accordati senza andare in tribunale. Penso che abbia accettato perché era stanco del mio carattere ribelle ed era disposto a darmi qualche soldo pur di sbarazzarsi di me. Quindi mi sono trasferita, e ho iniziato a vivere per conto mio.

Per sapere come va a finire, guarda il video!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here