Quando un ubriaco è alla guida e gli capita di imbattersi in una pattuglia dei Carabinieri o della Polizia Municipale è una brutta gatta da pelare. La guida in stato d’ebbrezza, com’è giusto che sia, è severamente punita penalmente dal Codice della Strada. Se poi si sforano i limiti, molto spesso succede di subire la sospensione della patente.

Ma quello di cui parleremo in questa storia è un episodio alquanto Bislacco, vede protagonista per l’appunto un automobilista sbronzo e una pattuglia della polizia, che fa capire cosa non ci s’inventa pur di sfuggire alla mano severa della legge!

Un’automobilista compie un gesto molto creativo per (provare a ) sfuggire l’alcol test, un ragazzo di 27 anni mentre era alla guida si è accorto del posto di blocco della pattuglia della Polizia Municipale di Modena, che era impegnata nei controlli di routine degli automobilisti che si mettono alla guida in stato di ebrezza.

Il ragazzo che aveva alzato un pò il gomito, decide di compiere un gesto che se da un lato fa ridere dall’altro non è andato giù ai poliziotti. Che nonostante la trovata bizzarra del ragazzo lo hanno fermato e sottoposto all’alcol test.

Ma qual è stato lo stratagemma di quest’ultimo?

Spegne la macchina e scende, inizia a spingerla a piedi, perchè secondo lui con questa sua “trovata” avrebbe trovato un escamotage per affermare che “non stava guidando” anche se era ubriaco. La Polizia Municipale, però, non ha badato alla creatività del gesto e lo ha bloccato ugualmente, sottoponendolo all’alcool test. Il 27enne modenese è risultato avere un tasso alcolemico tra 0.8 e 1.5 punti, abbastanza elevato da fargli guadagnare una denuncia penale, il ritiro della patente, oltre a 10 punti in meno sulla stessa.

Leggi anche  Lamberto Sposini, 8 anni fa l’ictus che ha cambiato per sempre la sua vita: come sta oggi

Ma questo non è il primo ne sarà l’ultimo caso in cui un’automobilista ubriaco per sfuggire l’alcol test si inventa qualche stratagemma strano. Poco tempo fa un 29nne di Feltre dopo essere stato fermato decise di optare per una soluzione estrema: scappare via nel bosco vicino, brancolando così nel buio nel cuore dell notte senza luce. Dopo quasi due ora a vagabondare nel buio, il ragazzo ha dovuto telefonare i carabinieri per farsi riportare a casa!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here