Nel cuore di Sua Maestà non sembra esserci posto per un po’ di serenità, di pace. E questo a poche settimane dai suoi venerandi 94 anni. Appena scoppia una bega in famiglia e il Palazzo ne argina le conseguenze, ecco che subito arriva una nuova tempesta.

E l’ultima non è meno dolorosa della frattura dei duchi di Sussex dei primi di gennaio. Nel giro di pochi giorni, infatti, due amatissimi nipoti di Elisabetta hanno annunciato di voler divorziare. Prima, Peter Phillips, figlio della figlia Anna, sposato con Autumn Kelly dal 2008, e, poi, David Armstrong-Jones, figlio della sorella Margaret, sposato con Serena Stanhope dal 1993.

E questo dopo un anno, appena trascorso, per certi aspetti drammatico, tra lo scandalo sessuale del principe Andrea, le bizze di Harry e Meghan sfociate nel dramma che tutti conosciamo e la salute malferma del quasi centenario principe Filippo, l’unico grande amore di Elisabetta, a parte cavalli e corgi.

La sensazione è che lo scandaloso addio dei duchi di Sussex abbia convinto gli altri membri della famiglia a poter fare scelte che precedentemente consideravano bandite. In soldoni, se Harry e Meghan sono arrivati addirittura a dire bye bye alla regina per avere la possibilità di diventare milionari, perché «noi non possiamo fare un po’ quello che vogliamo delle nostre vite?», deve aver pensato qualcuno. Nel caso di Peter Phillips, primo nipote della regina, il primo ad averle regalato la prima bisnipote e ora, purtroppo, anche il primo a divorziare, la notizia del divorzio è arrivata come un fulmine a ciel sereno.

Non c’erano avvisaglie, mai un pettegolezzo sulla coppia, considerata molto affiatata. La loro separazione mette la parola fine a una bella storia d’amore lunga 17 anni. Autumn, nata in una famiglia della media borghesia canadese, quindi la Cenerentola perfetta agli occhi degli inglesi, ha conosciuto Peter, adorato nipote della regina e del principe Filippo, durante il Grand Prix di Montreal del 2003, dove lei faceva la hostess nello stand della birra Budweiser.

Leggi anche  “Sangue dappertutto!” Incidente “professionale” da brividi nell’ultimo film di Rocco

La coppia si è sposata cinque anni dopo e dalla loro unione sono nate Savannah e Isla, le simpaticissime cuginette con cui vediamo spesso giocare il principe George durante gli eventi pubblici. Pur avendo un passato da modella scollacciata, Autumn è talmente benvoluta dalla sovrana da essere diventata una delle donne Windsor che più ama frequentare. La notizia, quindi, di una separazione tra Peter e lei non può che aver scosso il cuore di Elisabetta.

Del conte Armstrong-Jones, primogenito della principessa Margaret, si parla e si scrive poco. Lo si vede di rado agli eventi dei reali, se non nelle occasioni che contano davvero. Di lui si sa che è stato il primo royal ad avere un lavoro vero e proprio e a essersi arricchito con esso. David è, infatti, un designer di mobili di lusso e ha arredato alcune ville della capitale.

Tra i suoi clienti c’è anche Elton John, che si conferma assiduo frequentatore di ogni ramo dell’albero genealogico dei Windsor. Si sa anche che David è molto legato alla zia Elisabetta e soprattutto al cugino Carlo: il primogenito di Armstrong-Jones si chiama infatti come lui e l’erede al trono ha scelto David come suo secondo alla guida della sua charity, la Prince’s Trust (lasciando fuori, tra i mugugni, il figlio William). Gli intimi dicono che la coppia viveva separata da tempo, lui a Londra e sempre in viaggio, lei con i due figli nella casa di campagna.

Serena è una delle poche dame di recente acquisizione nella famiglia reale con natali realmente aristocratici: il padre è Charles Stanhope, dodicesimo conte di Harrington, lontano cugino di Lady Diana. Lady Stanhope non dovrebbe avere problemi di soldi, visto che il padre è inserito nella lista dei 250 pari più ricchi d’Inghilterra e ha istituito anni fa un fondo a suo nome. David e Serena, sposati dal 1994, hanno due figli, Charles e Margarita.

Leggi anche  Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri, passione al tempo del covid

Il comunicato ufficiale parla di una separazione amichevole e, soprattutto, senza il coinvolgimento di altre persone. A Corte qualcuno dice che per la regina questo secondo divorzio è addirittura più doloroso del primo, cioè quello tra Peter e Autumn, perché a differenza della sorella Margaret e del fotografo Antony Armstrong-Jones, che si resero protagonisti di un matrimonio a dir poco burrascoso testimoniato dai titoloni sui giornali dell’epoca, quella tra il loro figlio David e Serena è sempre sembrata una relazione pacata, lontana dai riflettori, molto più simile a una tradizionale unione aristocratica inglese, in cui non è così raro vedere lei vivere in un’ala del palazzo e lui nell’altra. Evidentmente anche ai reali ormai piace vivere come i borghesi. E divorziare come loro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here